I 10 brand che maggiormente rappresentano l’Italia: ecco la classifica delle marche associate al nostro Paese

Quali sono i brand italiani maggiormente riconosciuti, affidabili e percepiti come concreti non solo in Italia ma anche all'estero? Scopriamo in questa speciale classifica.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Quali sono i brand italiani maggiormente riconosciuti, affidabili e percepiti come concreti non solo in Italia ma anche all'estero? Scopriamo in questa speciale classifica.

Quali sono i marchi  che i consumatori riescono ad associare, secondo l’immaginario collettivo, al made in Italy? Quando acquistiamo i prodotti quali sentiamo maggiormente come prodotti italiani? Scegliendo dallo scaffale di un supermercato quali sono i marchi che, fin da subito ci trasmettono affidabilità?

Una recente ricerca condotta da un’agenzia di comunicazione, la Cohn&Wolfe, che ha coilvolto 15 nazioni, 15mila consumatori e 200 brand ha idividuato i 10 brand che sono maggiormente radicati nela quotidiano per il loro stretto rapporto con l’italia mentre altri si sono affermati per l’ammirazione che sono riusciti a suscitare nel tempo grazie a prodotti di qualità e bellezza. Scopriamo, quindi, quali sono i 10 marchi che maggiormente rappresentano l’Italia.

Brand più autentici Italiani per i consumatori

La Cohn & Wolfe ha presentato l’indice annuale dei brand più autentici per i consumatori, grado di autenticità dato da tre fattori fondamentali, ovvero dalle 3 R anglosassoni:

  • Reliable – Affidabilità
  • Respectful – Rispetto
  • Real – Concretezza

Da questa ricerca mergono quelli che sono i 10 brand più autentici per i consumatori, non solo italiani, ma anche esteri così da capire anche come i prodotti italiani sono percepiti all’estero.

  • Al decimo posto della classifica troviamo la Buitoni, fondata nel 1827 a Sansepolcro, in Toscana, il suo marchio oggi è proprietà di una multinazionale Svizzera, la Nestlè, e dell’italiana Newlat
  • Nono posto per la Moretti, la birra più autentica italiana che le ha permesso, proprio per questo di diventare la birra ufficiale di Expo 2015.
  • Ottavo posto per Mulino Bianco
  • Settimo posto per Bauli, azienda fondata a Verona nel 1922 da Ruggero Bauli .
  • Sesto posto per Coop Italia.
  • Quinta posizione per Barilla, multinazionale di Parma  presente anche nella top ten della aziende italiane per il grado di soddisfazione dei propri dipendenti.
  • Quarta posizione per la Nutella.
  • Terzo gradino del podio per Giovanni Rana: nel 1961 il piccolo laboratorio per la produzione di tortellini fatti a mano fondato a San Giovanni Lupatoto in provincia di Verona da un giovane di 24 anni era destinato a diventare uno dei marchi italiani più riconosciuti nel mondo. Oggi il Gruppo Pastifici Rana è un leader mondiale del settore.
  • Secondo gradino del podio per la Ferrari, marchio per eccellenza che è stato scelto per i sentimenti di stima e ammirazione che si nutrono nei suoi confronti  anche se la maggior parte dei consumatori, appunto, non ha mai avuto la fortuna di guidare una vettura del cavallino rampante.
  • Primo gradino del podio di marchio italiano più affidabile e riconosciuto spetta a Ferrero, dopo aver conquistato il quarto posto nel 2016, la multinazionale di Alba sale finalmente al primo posto.

Leggi anche: I 10 Comuni più ricchi d’Italia: ecco dove abitano i Paperoni

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Debito pubblico italiano, Economia Italia

I commenti sono chiusi.