Certificati Unicredit: emessi 21 Memory Cash Collect Step Down

Ecco 21 nuovi certificati Unicredit scritti su azioni singole, che elariscono premi compresi fra l'1,55% ed il 9,10%.

di , pubblicato il

All’interno dell’ampio parco certificati Unicredit ha emesso su SeDeX una serie di 21 Step Down Memory Cash Collect Certificate su singola azione, che si aggiungono agli oltre 800 Certificati di investimento offerti da UniCredit e negoziati su SeDeX ed EuroTLX, gli MTF gestiti da Borsa Italiana.

I certificati sono stati pensati per dare all’investitore un’ampia scelta di sottostanti su cui investire in funzione del livello di rischio. Si va infatti da quello meno rischioso, scritto su Generali che dà un premio periodico trimestrale dell’1,55% (con barriera al 60%), al più rischioso scritto su Beyond Meat che elargisce un premio periodico trimestrale addirittura del 9,10% (con barriera al 50%).

Ma andiamo più nel dettaglio.

Certificati Unicredit Memory Cash Collect Step Down: struttura

A seguire la struttura dei nuovi certificati a marchio Unicredit:

  1. I nuovi certificati targati Unicredit sono scritti su azioni singole, per cui il rischio di correlazione si riduce al solo mercato/settore in cui il sottostante è quotato/opera
  2. Hanno una scadenza a 3 anni (luglio 2025)
  3. Hanno una barriera europea di protezione del capitale (a cui si rimanda sotto) compresa fra il 50% ed il 60% dei valori iniziali
  4. Elargiscono cedole condizionate trimestrali con effetto memoria (a cui si rimanda sotto), che vanno dall’1,55% al 9,1% a seconda dei sottostanti – e quindi del rischio insito nella forza della fluttuazione del valore –
  5. Il trigger delle cedole è posto allo stesso livello della barriera per ogni certificato. P. es. se la barriera è al 60% dei valori iniziali il trigger delle cedole è posto al 60%.
  6. Hanno un trigger autocall Step Down che decresce a step del 5% ogni 3 mesi, dal 100% all’80% dei valori iniziali
  7. Hanno effetto quanto a cui si rimanda sotto
  8. Hanno Valore nominale (= di rimborso) di 100 euro

Certificati Unicredit Memory Cash Collect Step Down: funzionamento del Payoff

I certificati targati Unicredit, di tipo Memory Cash Collect Step Down, sono stati emessi il 22.07.2022 e: hanno data di valutazione iniziale fissata al 18.07.2022, data di valutazione finale posta al 17.07.2025, sono negoziati sul SeDeX ed hanno un valore nominale di 100 euro.

Meccanismo cedolare

I 21 Certificati Unicredit Memory Cash Collect Step Down permettono sostanzialmente agli investitori di ricevere premi periodici (ossia delle cedole, degli importi pagati con cadenze prestabilite ed in funzione del rischio del sottostante) nel caso in cui il valore dell’azione sottostante, nelle date di osservazione trimestrali, ha un valore pari o superiore al livello della Barriera, posto per questa emissione tra il 50% e il 60% del valore iniziale

Grazie all’effetto memoria, i premi eventualmente non pagati in precedenza non vengono persi ma saranno corrisposti successivamente se, in una delle successive date di osservazione, la condizione del pagamento sarà soddisfatta – ovvero quando il valore di tutti i sottostanti risiede sopra la barriera –

Meccanismo di rimborso anticipato: autocall

A partire dal 19.01.2023 (ossia dal 2° trimestre) il meccanismo Autocall permette di ottenere il rimborso anticipato, grazie all’autocall trigger trimestrale, decrescente a step del 5%, dal 100% all’80% del valore iniziale, aumentando le probabilità del rimborso anticipato. In pratica, ad ogni data di valutazione si hanno due scenari:

  1. se il prezzo del sottostante è pari o superiore all’autocall trigger il certificato rimborsa il valore nominale più la cedola del trimestre in questione (e quelle eventualmente non pagate in precedenza grazie all’effetto memoria);
  2. in caso contrario la vita del prodotto continua.

NB: In altre parole, se scatta il meccanismo di autocall alla prima data i certificati Unicredit elargiscono 2 cedole più il nominale. Altrimenti si passa alla seconda data ecc.

Scadenza

A scadenza, se il prodotto non si è estinto anticipatamente, si prefigurano 2 scenari:

  • se alla data di valutazione finale il valore del sottostante risulta pari o superiore alla barriera (stessa entità del trigger cedolare) il certificato paga il nominale più l’ultima cedola e quelle eventualmente non pagate in precedenza grazie all’effetto memoria. In altre parole si otterrebbero 12 cedole più il nominale.
  • in caso contrario il certificato di investimento replica linearmente la performance del sottostante, pagando un valore pari al valore nominale del certificato moltiplicato per la performance (data dal valore finale in rapporto al valore iniziale) dell’azione.

Da notare la presenza della barriera europea: grazie a tale caratteristica il valore dei sottostanti può anche fluttuare sotto barriera durante la vita del certificato senza compromettere la protezione del capitale. Affinché venga restituito il valore nominale, il valore dei sottostanti deve risultare sopra la barriera solo alla data di valutazione finale.

Da notare anche la presenza dell‘opzione quanto: nonostante ci siano certificati emessi da Unicredit con titoli denominati in USD, i prodotti rimborsano sempre importi in Euro, non lasciando l’investitore esposto a variazioni (favorevoli o sfavorevoli) del cambio EUR/USD.

Caratteristiche

A seguire le caratteristiche dei nuovi certificati targati Unicredit

ISIN’s: DE000HB8KNG1, DE000HB8KNF3, DE000HB8KNH9, DE000HB8KNE6, DE000HB8KNK3, DE000HB8KNJ5, DE000HB8KNL1, DE000HB8KNM9, DE000HB8KNN7, DE000HB8KNP2, DE000HB8KNQ0, DE000HB8KNS6, DE000HB8KNR8, DE000HB8KNT4, DE000HB8KNU2, DE000HB8KNV0, DE000HB8KNW8, DE000HB8KNX6, DE000HB8KNZ1, DE000HB8KNP9, DE000HB8KNY4.

Argomenti: , , , ,