WhatsApp Storie: cos’è e come funzionano gli stati personalizzati – quando arriva l’aggiornamento?

Quando arriva l'aggiornamento WhatsApp Storie: cos'è e come funzioneranno gli stati personalizzati? Ecco tutto quello che occorre sapere.

di , pubblicato il
Quando arriva l'aggiornamento WhatsApp Storie: cos'è e come funzioneranno gli stati personalizzati? Ecco tutto quello che occorre sapere.

Nuovo aggiornamento WhatsApp Storie: la più famosa chat di messaggistica istantanea aggiunge, infatti, gli ‘stati’, sullo stile di Facebook. Si tratta di una sorta di regalo per l’ottavo compleanno di una delle applicazioni di maggiore successo in assoluto, ineguagliabile per funzionalità e praticità. Il roll-out dell’atteso update dovrebbe iniziare il mercoledì 22 febbraio per concludersi il giorno 24 febbraio, quando la app compirà 8 anni di età. Ma cos’è e come funziona WhatsApp Storie?

Può essere utile un approfondimento su WhatsApp Web: come usarlo da computer, tablet e iPad partendo dai sistemi Android, iPhone e Windows Phone.

Cos’è WhatsApp Storie

Si tratta di uno dei cambiamenti più importanti per la chat di messaggistica istantanea più amata al mondo, WhatsApp Storie diventerà più ‘social’ e imiterà molte funzioni di Facebook e di Instagram, a loro volta pescate spesso da SnapChat. Si potrà, infatti, personalizzare il proprio ‘stato’ non come si fa adesso semplicemente con qualche piccola frase e un emoji, ma mediante la condivisione di GIF animate, di fotografie e di video.

Qui trovate, sempre dal mondo WhatsApp, come cancellare un messaggio dopo averlo inviato.

Come funziona WhatsApp Storie

Le sezioni classiche di WhatsApp sono ‘Chiamate’, ‘Contatti’ e ‘Chat’. Una volta arrivato il nuovo update contenente le Storie, si aggiungerà una nuova sezione chiamata ‘Stato’, la quale permetterà innanzitutto di vedere gli aggiornamenti dei propri contatti e soprattutto decidere chi potrà accedere ai vostri. Ma non è tutto. Si tratta di una vera e propria funzione ‘social’: si potrà, infatti, rispondere ai messaggi che i vostri amici avranno postato, si potranno commentare gli stati altrui e utilizzare la app come una succursale di Facebook. In pieno stile SnapChat, però, gli stati scompariranno nel giro di 24 ore – esattamente come accade con le Storie di Facebook – ma la cosa più importante è che saranno soggetti alla crittografia end-to-end. Un altro elemento da non sottovalutare è la possibilità di mettere il ‘silenziatore’ personalizzato qualora non si voglia essere disturbato dagli ‘avvisi’ di nuovi stati e storie.

Ecco, ancora, WhatsApp Plus: cos’è, come funziona, come effettuare download APK Android e iPhone e perché non conviene.

Quando arriva WhatsApp Storie e perché sarà un successo

Come abbiamo già accennato, il roll-out dell’aggiornamento WhatsApp partirà domani 22 febbraio e finirà il 24 febbraio e sarà reso disponibile per tutti i dispositivi Android, iOS e Windows. Al momento, qualora voleste già assaggiare le novità, non è ancora presente un apk (o noi non siamo riusciti a trovarlo), per cui, per il momento, occorre attendere, anche perché la fase di rilascio, come visto, durerà circa due giorni (forse di più). La scelta di WhatsApp non può che essere azzeccata e probabilmente la nuova funzione sarà davvero un successo: basta sottolineare alcuni dati, l’invio di foto e di video, nell’arco degli ultimi 12 mesi, è rispettivamente raddoppiato e triplicato; 50 miliardi di messaggi vengono inviati quotidianamente in tutto il mondo con circa 3,3 miliardi di toto, 80 milioni di GIF e quasi 800 milioni di video. Più social di così!

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , , , , , , , ,