WhatsApp e la memoria di archiviazione, ecco come risparmiare storage

Problemi di storage sullo smartphone? Forse è il caso di dare un freno a WhatsApp in questo modo.

di , pubblicato il
Problemi di storage sullo smartphone? Forse è il caso di dare un freno a WhatsApp in questo modo.

Quanto consuma WhatsApp? Davvero poco a dire il vero, o comunque non occupa certo chissà che a livello di test nelle chat, ma indubbiamente può creare problemi fare un massiccio abuso di foto, video e gif sia in entrate che in uscita. Ecco alcuni consigli per tenere lo storage sotto controllo.

WhatsApp e lo storage pulito

C’è da far notare che ormai da qualche tempo anche WhatsApp ci da una mano per non consumare tutta la nostra memoria di archiviazione, i file rimangono infatti in archivio per 29 giorni, poi ci sarà eventualmente bisogno di un backup per recuperare quello che viene automaticamente rimosso.

Se però non vi va di aspettare tutto questo tempo per l’eliminazione automatica dell’app, allora è cosa buona e giusta andare di tanto in tanto a farlo manualmente.

L’altro consiglio che vi diamo è quello di cancellare le chat ingombranti. Infine, quando una conversazione sembra ormai archiviata, è utile cancellarla così da non occupare più spazio. Per chi invece vuole usare proprio il pugno di ferro c’è la soluzione definitiva, ed è quella di disinstallare e reinstallare l’app, così da cancellare i file temporanei che occupano spazio invisibile.

Questo rappresenta il colpo finale, cancellerete ogni cosa inerente la chat, se quindi volete tagliare la testa al toro, ecco la soluzione definitiva. Naturalmente, il procedimento non è molto agevole, e farlo continuamente potrebbe seccare molto, ma utilizzare questa pratica di tanto in tanto potrebbe essere meno pesante e vi assicurerebbe uno storage sempre sgombro.

Potrebbe interessarti anche GTA 6, svelati su Reddit tutti i particolari del gioco, trama, personaggi e location

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,