Virtuo, la startup dedicata al noleggio delle auto, raccoglie 96 milioni di euro

Importante finanziamento ottenuto dalla startup parigina Virtuo.

di , pubblicato il
Virtuo

Grande successo per Virtuo, la startup parigina dedicata al mondo dell’autonoleggio. Nella sua caccia ai fondi ha appena raccolto 96 milioni di dollari per portare avanti il suo progetto, investire nella sua tecnologia ed espandersi in più mercati, oltre la Francia.

Startup Virtuo, missione espansione

In Europa il possesso di auto sta diventando per molte persone insostenibile. Tasse, parcheggio, costi di gestione e manutenzione, avere un’auto non è una cosa semplice. Forse in Italia, per cultura ormai consolidata, siamo meno inclini a considerare il fatto di rinunciarci, e non ci accorgiamo che spendiamo davvero tanto, quando potremmo ovviare coi mezzi di trasporto e risparmiare bei soldini. Nelle altre città d’Europa però questo ragionamento non si fa desiderare. Ecco che quindi la startup parigina Virtuo vuole proporre anche nuove soluzioni per il noleggio, visto che il possesso sta diventando impossibile.

La startup ha infatti impostato tutto il suo lavoro su un approccio digitale, in modo da offrire una scelta 2.0 a coloro che vogliono noleggiare un’auto per pochi giorni o fino a pochi mesi. Dopo la raccolta dei 96 milioni di dollari, l’obiettivo è espandersi. Arrivare a 12 città inclusa Parigi, il Regno Unito (Londra, Manchester ed Edimburgo) e la Spagna (Barcellona, ​​Madrid e Valencia). L’azienda ha attualmente 150.000 utenti attivi ed è cresciuta del 100% (2x) lo scorso anno, ha affermato il co-fondatore Karim Kaddoura.

Virtuo, la startup di Parigi per il noleggio delle auto

Nella mission di Parigi c’è anche quello di migliorare il livello per gli utenti aziendali e aggiungere più veicolo alla propria scelta di auto da noleggiare. Il finanziamento sta arrivando sotto forma di $ 60 milioni di serie C e $ 36 milioni di finanziamenti patrimoniali, il primo guidato da Balderton Capital, Iris Capital e Raise Ventures.

Natixis, il secondo da AXA Venture Partners. Sul sito ufficiale è possibile prendere visione del progetto.

Karim Kaddoura, co-fondatore della startup, ha dichiarato: “A Parigi ci sono 700.000 auto parcheggiate per strada, il doppio di quelle a Londra. L’europeo medio spende 7.500 € per auto all’anno quando si calcola la media di parcheggio, assicurazione, danni, tasse e prezzo dell’auto. Sono 5 miliardi di euro spesi dai parigini, eppure quelle auto sono inattive per il 95% del tempo. Dimentica la parte finanziaria e guarda l’impatto che le auto hanno sulle nostre vite e sui nostri mezzi di sussistenza, occupando il 50% del nostro spazio urbano”.

Potrebbe interessarti anche Amazon scatenato, 9 miliardi di dollari offerti per l’acquisizione della MGG

Argomenti: