Spotify e la mappa musicale: guida geografica ai gusti musicali del mondo

La mappa musicale di Spotify ci fa scoprire i gusti e le tendenze musicali di tutte le città del pianeta: un'ottima guida geografica per scoprire nuova musica e nuovi artisti.

di Daniele Sforza, pubblicato il
La mappa musicale di Spotify ci fa scoprire i gusti e le tendenze musicali di tutte le città del pianeta: un'ottima guida geografica per scoprire nuova musica e nuovi artisti.

Non sono certamente dati da prendere come universali, visto che il target di Spotify è giovane e visto che la mappa non include tutti i Paesi del mondo: però la mappa musicale elaborata dai responsabili di Spotify in base ai gusti musicali suddivisi per aree geografiche e locali risulta essere uno strumento molto interessante. Al di là degli artisti più seguiti nelle singole città, infatti, la mappa musicale di Spotify ci rivela due informazioni molto interessanti: la prima riguarda il genere musicale più seguito in tutto il mondo, l’hip hop; la seconda, che forse è anche la più scontata, ci dice che gli utenti Spotify prediligono gli artisti delle proprie città o delle proprie aree locali. Insomma, siamo un po’ campanilisti e un po’ internazionali, e tutto il mondo è paese. Chiusa la fiera delle banalità, andiamo a dare un’occhiata alle principali tendenze musicali del mondo secondo la mappa di Spotify.   Magari vi sarà utile sapere che a Las Vegas vanno molto di moda Yulema e i Maximo Grado, gruppo che va per la maggiore anche in quel di Los Angeles. Ad Albuquerque – la città di Breaking Bad per intenderci – ecco che torna alla carica Yulema, ma si ascolta anche molto Tim McGraw. Spostandoci sulla parte orientale degli Stati Uniti, ecco che a New York si ascolta Marc Scibilia, molto in voga anche in quel di Boston. Continuiamo il nostro viaggio sulla mappa musicale di Spotify andando in Canada: sapevate che a Montréal si ascoltano Louis-Jean Cormier e Jean Leloup? A Toronto invece s’incontrano gusti musicali diversi, come quelli che scaturiscono dalle note di Francesco Yates. Spostandoci in Sud America, a Città del Messico vanno per la maggiore gli Estranaboticos e i Caligaris, mentre in Brasile, a Rio de Janeiro, va per la maggiore Duduzinho, e a Buenos Aires, in Argentina, El Super Hobby e Rombai sono i gruppi più ascoltati.   Andiamo ora nel vecchio continente, per scoprire che a Madrid si ascolta Andrés Suarez, mentre a Barcellona i gusti sono completamente diversi, visto il successo dei Blaumut. E se a Parigi si ascolta Jeanne Added e in Belgio (Bruxelles e Liegi) è esploso il fenomeno Alice on the Roof, a Londra si preferiscono David Zowie e Lawson e a Copenhagen si punta su Rasmus Walter. E veniamo infine a noi, in Italia: a Napoli spicca il fenomeno locale Clementino, mentre a Milano si preferisce ascoltare i The Kolors e a Torino spunta Lorenzo Federici. A Roma va per la maggiore il talento di Latina, Tiziano Ferro, mentre a Cagliari spopolano i Sikitikis.   Consultate la mappa musicale di Spotify per scoprire non solo le abitudini musicali nelle altre città, ma anche per scoprire nuovi artisti che potrebbero piacervi un sacco.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Audio-Video, novità Spotify, Nuove tecnologie

I commenti sono chiusi.