Insurtech, c’è la prima mappa italiana che conta 62 aziende

Nasce la prima mappa italiana delle insurtech presenti nel nostro paese.

di , pubblicato il
insurtech

Creata la prima mappa italiana dedicata al mondo dell’insurtech, a compiere la nuova geografia del territorio ci ha pensato Italian Insurtech Association che ha appunto stilato una mappa del paese andando a localizzare le aziende assicurative e dividendole per diverse categorie.

Insurtech, la mappa italiana

Ecco la prima comprehensive map dell’insurtech ecosystem italiano, è suddivisa per diverse categorie e si compone al momento di 62 insurtech attive, cosa che evidenzia la crescita del fenomeno nel nostro paese, visto che due anni fa erano un paio e un anno fa appena una decina. La mappa è di tipo collaborativo, quindi le stesse aziende elencate parteciperanno al suo aggiornamento che verrà effettuato ogni 3 mesi, offrendo in tal modo una guida sempre precisa e approfondita.

Le 62 insurtech sono state suddivise sulla mappa in 8 segmenti, di qui 3 supergruppi. La maggior parte di queste aziende mappate sono quelle definite enabler, ossia le aziende che offrono agli assicuratori prodotti e servizi che abilitano innovazioni in una o più aree della value chain. Nel segmento Awareness, research and purchase, si tratta di aziende che hanno interfacciano direttamente con gli utenti, e sono: Vite Sicure, Yolo, Propensione, Axieme, Plurima Underwriting, Telepass Broker, MioAssicuratore, 99Bros, Lokky.

Mappa insurtech in Italia

Il terzo segmento è denominato Prevention, risk management and fraud. In esso troviamo Doyle, ID Defend e Cyber Angels e il nome del segmento fa chiaramente intuire di cosa si tratta. Particolarmente interessante anche il segmento Open insurance, dove spicca l’insurtech Warkam, che crea prodotti e li distribuisce via API tramite partner digitali. Per saperne di più vi invitiamo a consultare la pagina ufficiale del sito.

Ecco di seguito i segmenti: Awareness, Research and Purchase; Prevention, Risk Management and Fraud; Use and Servicing; Open Insurance; Insurer process optimization.

Quest’ultimo ha a sua volta tre sottogruppi: Risk and Claims, Data and Service, Product and Distribution.

Potrebbe interessarti anche Ethereum ora vale 3000 dollari, quadruplicato il valore da inizio anno

Argomenti: