Google doodle dedicato alla Festa dei nonni, perché il 2 ottobre?

La tanto cara festa dei nonni, perché si festeggia oggi 2 ottobre e altre curiosità. Google la celebra.

di , pubblicato il
La tanto cara festa dei nonni, perché si festeggia oggi 2 ottobre e altre curiosità. Google la celebra.

Oggi è la festa dei nonni, una celebrazione che nell’era moderna è davvero doverosa, e Google giustamente ne omaggia la giornata con il doodle del giorno, ma perché si festeggia il 2 ottobre?

Festa dei nonni, curiosità

Ai giorni nostri, con le coppie assediate da insicurezza economica e problemi quotidiani di ogni tipo, i nonni sono i veri protettori dei piccoli, capaci con il loro amore di coprire ogni mancanza e rattoppare qua e là le difficoltà dei genitori.

Ma come nasce questa festa e perché si festeggia proprio oggi 2 ottobre? Come sempre, le celebrazioni moderne prendono spunto dagli americani, ma noi italiani ci mettiamo poi del nostro aggiungendoci l’immancabile riferimento cristiano.

In poche parole, la festa dei nonni nasce negli Stati Uniti, ma è solo in Italia che si festeggia in questa precisa data, poiché per il cattolicesimo oggi è il giorno degli angeli custodi, e dobbiamo dire che in questo caso il paragone è azzeccatissimo. Dunque, negli USA la ricorrenza venne proposta nel 1978, dopo il caso di Marian McQuade, casalinga con quindici figli, quarantatré nipoti e quindi pronipoti. La donna propose quindi l’iniziativa, il paese fu sorpreso dal numero di discendenti appena elencato e accettò la proposta.

In Italia invece ricorre dal 2005, quando diventò legge per ordine del decreto n.159 del 31 luglio dello stesso anno. La festa dei nonni ha anche un simbolo universale, il nontiscordardime, un fiore che anche in questo caso sembra davvero perfetto con le figure celebrate, ecco perché l’abbiamo scelto come immagine in evidenza.

Potrebbe interessarti anche iOS 13 e iPadOS, nuovi aggiornamenti risolvono problema batteria

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.