Digitale terrestre 2020, la vostra tv è già compatibile a DVB-T2?

Il nuovo che avanza si chiama digitale terrestre, ecco le info per non farsi trovare impreparati.

di , pubblicato il
digitale terrestre

Ci siamo, il nuovo anno sta per arrivare e con il 2020 arriverà anche il nuovo standard del digitale terrestre. Si tratta della tecnologia DVB-T2 con codifica HEVC, avremo un nuovo digitale terrestre, ma quante famiglie italiane sono già in regola con il nuovo standard voluto per legge dalla comunità europea?

Nuovo digitale terrestre, le tv già in regola

La domanda in sostanza è, la vostra tv è compatibile con il nuovo standard? Con DVB-T2 con codifica HEVC sarà possibile vedere la tv a risoluzione già alta, in teoria fino a 8K, ma soprattutto con un consumo di banda ridotto. Come dicevamo, il passaggio, stabilito per legge, sarà anche necessario per liberare le frequenze dei 700 MHz, che verranno impiegate in futuro per i collegamenti 5G sulle lunghe distanze.

Il passaggio sarà graduale, ma coinvolgerà tutte le regioni, ecco il calendario:
Da settembre a dicembre 2021: Valle D’Aosta, Piemonte, Lombardia, province di Trento e Bolzano, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna;
Da gennaio a marzo 2022: Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania e Sardegna;
Da aprile a giugno 2022: Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Abruzzo, Molise e Marche.

Cosa fare se il proprio televisore non è a norma? Bisogna naturalmente cambiarlo, o in alternativa acquistare un decoder. Il prezzi per quest’ultimo si aggirano intorno ai 35 euro, ma ricordiamo che lo stato ha stanziato anche dei bonus per le famiglie meno fortunate. Ad ongni modo, il primo passaggio avverrà ad inizio 2020 con la transizione da MPEG-2 a MPEG-4. Tutti i televisori in HD sono già dotati di tale standard, quindi se il vostro televisore è in HD per ora siete coperti.

Il secondo passaggio, invece, quello che porterà a DVB-T2 con codifica HEVC, avvera in un secondo momento.

I televisori venduti dal primo gennaio 2017 dovrebbero per leggere già rispettare tale standard, quindi se il vostro tv è stato acquistato nel 2017, dovreste essere ancora una volta coperti. Viceversa, se così non è dovrete correre ai ripari con l’acquisto di un decoder. Naturalmente, per essere certi che la vostra tv sia in regola, vi basterà controllare la presenza del bollino DVB-T2 sul retro del televisore, sullo scatola o in alternativa sul manuale di istruzioni.

Potrebbe interessarti anche Black Friday su Google, offerte per Pixel e speaker sullo store di Big G

Argomenti: ,