Unicredit: come riconoscere false email, contatti telefonici ed sms

Ecco le regole di sicurezza per le operazioni online fornite dalla Banca Unicredit.

di , pubblicato il
Ecco le regole di sicurezza per le operazioni online fornite dalla Banca Unicredit.

Il 2020 è giunto e con esso sono arrivati anche nuovi tentativi di phishing che sono una vera e propria dannazione per i tanti correntisti che ogni giorno vengono bersagliati da e-mail sospette nelle quali viene chiesto di fornire credenziali di accesso ai propri profili bancari. Nella rete sono finiti anche i correntisti della Unicredit che per evitare tali raggiri ha creato una sezione dedicata alla sicurezza sulla sua pagina ufficiale. Ecco le info.

Unicredit e la sicurezza: i falsi contatti telefonici

La Unicredit Banca invita i suoi utenti a prestare la massima attenzione alle false chiamate che avvengono a nome della Unicredit. Sempre più spesso, infatti sta accadendo che truffatori si fingano operatori della Banca con l’obiettivo di rubare codici di accesso e password oppure il numero di carta prepagate, bancomat o di credito.

Per capire se dall’altro lato della cornetta c’è un male intenzionato si dovrà prestare attenzione alle richieste che verranno fatte. Se verrà chiesto uno o più codici, la password o qualche altra informazione riservata si dovrà subito terminare la chiamata. Solitamente il truffatore contatta la vittima comunicando che c’è un problema legato al conto, alla carta o al servizio online. In seguito chiede informazioni riservate per cui la Unicredit invita a diffidare di qualsiasi contatto telefonico che abbia tali caratteristiche.

In caso di dubbi si potrà chiamare il numero verde gratuito nei giorni feriali dalle ore 8 alle 22 ed il sabato dalle ore 8 alle 14 800.575757. Inoltre si potrà contattare la Unicredit mediante altri canali presenti sul sito nella sezione contatti.

Le false e-mail: Unicredit invita a prestare attenzione

Stanno girando e-mail inviate sotto falso mittente Unicredit soltanto per sottrarre in modo ingannevole dati personali.

Le comunicazioni stanno arrivando come telegrammi, cartelle Equitalia e notifiche di pagamento. Il problema è che inducono l’ignaro cliente a cliccare su link che fanno poi accedere ad un falso sito Unicredit. Ecco un esempio: “Gentile cliente, qualcuno ha provato a entrare nel suo account Unicredit da un altro indirizzo IP. Cortesemente verifica la tua identità oggi, altrimenti il tuo account verrà disabilitato per le nostre preoccupazioni sulla sicurezza e l’integrità della comunità Unicredit“. Il messaggio si chiude chiedendo di verificare la propria identità collegandosi al link che viene proposto.

La Unicredit invita a cestinare e-mail di questo tipo perché la Banca non chiede mai dati personali, password o numeri della carta di credito.

Truffa con sms

Infine la Unicredit comunica che è possibile anche ricevere dei messaggi sul cellulare da malintenzionati che potrebbero indurre a fornire i propri dati personali. In questo caso si tratta di smishing. Ecco l’esempio di un messaggio truffa: “Gentile cliente la invitiamo a mettersi in contatto urgentemente con il nostro ufficio prevenzione frodi chiamando il numero verde 800960849“. Il problema è che quando i malintenzionati riescono ad ottenere dei codici possono effettuare delle varie e proprie operazioni con il pericolo che il proprio conto venga prosciugato. Proprio per questo la Unicredit invita a non fornire mai le proprie credenziali online o i codici autorizzativi come il Pin e la password in quanto i consulenti Unicredit non le richiederanno mai. Per qualsiasi dubbio si potranno chiamare i numeri su indicati o collegarsi a questa pagina che è quella ufficiale della Banca in cui si trovano tutti i suggerimenti su come agire.

Leggete anche: Truffa sim swap: nuove procedure di autenticazione non aumentano rischi sicurezza, attenzione al phishing

[email protected]

Argomenti: ,