Trasporto animali Vueling, Ryanair ed Alitalia: le regole di volo aggiornate a novembre ed i costi

In vista del Natale: ecco le regole aggiornate a novembre 2019 per il trasporto degli animali a bordo dei voli aerei Vueling, Ryanair ed Alitalia.

di , pubblicato il
In vista del Natale: ecco le regole aggiornate a novembre 2019 per il trasporto degli animali a bordo dei voli aerei Vueling, Ryanair ed Alitalia.

Il Natale 2019 sta arrivando ed in molti festeggeranno tale festività all’estero magari prendendo un aereo. Proprio per questo, chi ha un animale domestico si sta chiedendo se a bordo degli aerei delle compagnie Vueling, Alitalia e Ryanair potrà portare il proprio amico. Ecco allora le regole di novembre 2019 delle tre compagnie aeree sul trasporto animali ed i costi.

Regole trasporto animali con Vueling aggiornate a novembre 2019

Sugli aerei Vueling si potrà viaggiare a bordo con un cane di assistenza o un animale domestico. Per quest’ultimo si intende un cane, un gatto, un uccello (tranne i rapaci), un pesce o una tartaruga. Non saranno invece ammessi a bordo i roditori, i lagomorfi come ad esempio i conigli, quelli appartenenti alla famiglia dei mustelidi (come le puzzole), gli animali da cortile ed i rettili. L’animale dovrà viaggiare all’interno di un trasportino omologato e non rigido delle seguenti dimensioni 45x39x21 centimetri ed il peso complessivo dovrà essere di 8 chili.

Per includere il proprio animale domestico nella prenotazione si dovrà selezionare la tariffa Basic ed acquistare il servizio dalla sezione “personalizza il tuo volo”. Dato che sarà una condizione speciale, bisognerà presentarsi il giorno del volo al banco dell’accettazione affinché venga assegnato un posto adatto alle proprie necessità insieme alla carta di imbarco. Il costo sui voli nazionali del biglietto sarà di 40 euro mentre sui voli internazionali e Canarie di 50 euro. Si ricorda che il trasportino insieme al cibo e al guinzaglio dovranno transitare per il controllo di sicurezza e quindi sotto allo scanner. L’animale, invece, passerà dal metal detector insieme al padrone.

Durante il volo, poi, il trasportino con dentro l’animale di compagnia dovrà essere posizionato sul pavimento dell’aereo tra le proprie gambe oppure sotto la poltrona di fronte e non potrà mai uscire fino all’arrivo a destinazione. Vueling ricorda, infine, che ogni passeggero potrà portare a bordo 1 solo animale. Nel totale sul medesimo aereo saranno consentiti soltanto 2 animali. Inoltre, si dovrà viaggiare con un passaporto rilasciato dal veterinario che attesti che la vaccinazione antirabbica è valida da trenta giorni a dodici mesi prima del volo. Infine il servizio non sarà disponibile su voli in partenza da o con destinazione Irlanda e Regno Unito e non sarà possibile trasportare animali nella stiva dell’aereo. Ecco il link Vueling dettagliato.

Ryanair ed Alitalia: trasporto animali, regole di novembre 2019

La compagnia aerea low cost Ryanair solitamente non permetterà di portare i propri animali a bordo dell’aereo (eccetto i cani guida per i non vedenti) tranne in alcuni casi specifici e in base a determinate regole.

Alitalia permetterà di viaggiare insieme al proprio cane, gatto o furetto in Unione Europea. Il peso massimo dell’animale dovrà però essere di 8 chili mentre quello del trasportino più cibo di 2 chili. Non si dovranno quindi superare i 10 chili totali. Per quanto concerne il trasportino rigido, le misure dovranno essere le seguenti: fino a 24x40x20 centimetri mentre per quanto riguarda quello morbido o semirigido le seguenti: 28x40x20 centimetri. L’animale dovrà poi avere passaporto e microchip ed il biglietto che si potrà acquistare chiamando l’89.20.10. I cani di assistenza viaggeranno invece gratuitamente ed il numero di assistenza speciale da chiamare sarà lo 06.65640.

Alitalia ricorda poi che il servizio di trasporto animali non sarà disponibile su tutti gli aeromobili e che le dimensioni massime imbarcabili varieranno a seconda dell’aereo che si utilizzerà. Sarà, quindi, importante informarsi con un certo margine di anticipo presso le assistenze speciali.

I documenti per viaggiare in Ue (cani, gatti e furetti) saranno il passaporto rilasciato da un veterinario sul quale dovranno essere riportate le vaccinazioni e lo stato di salute dell’animale ed il tatuaggio leggile oppure il transponder. Per viaggiare nel territorio nazionale, invece, i cani e i gatti dovranno essere muniti di passaporto o libretto sanitario. Per viaggiare negli States, invece, i cani dovranno essere muniti o del certificato di vaccinazione antirabbica oppure del permesso rilasciato online dal CDC o ancora di un’attestazione scritta o orale che attesti che l’animale ha vissuto in un paese immune dalla rabbia. Per ulteriori dettagli, ecco il link di Alitalia.

Infine per il trasporto di conigli e criceti in Ue si dovrà portare un certificato medico di buona salute in corso di validità ed un contenitore-gabbietta idoneo per il viaggio. Per i volatili, invece, a causa dell’influenza aviaria, il Ministero della Salute e l’Unione Europea hanno disposto che non vengano mai accettati a bordo volatili provenienti dai paesi dell’Asia, della Turchia, della Russia, del Sud Africa, della Romania e di tutti quanti gli stati della penisola balcanica. Per ulteriori informazioni e dettagli consultare la pagina su indicata.

Leggete anche: Ryanair ed EasyJet: aggiornamenti regole novembre e costi bagagli a mano

[email protected]

Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.