Spusu, il debutto si avvicina: ci sarà la possibilità di cambiare tariffa ogni mese come in Austria?

A breve in Italia debutterà un nuovo operatore virtuale il cui è nome sarà Spusu: ecco le info in merito.

di , pubblicato il
A breve in Italia debutterà un nuovo operatore virtuale il cui è nome sarà Spusu: ecco le info in merito.

Spusu sarà il nuovo operatore virtuale che farà a breve il suo debutto in Italia. I colleghi di Mondomobileweb.it hanno intervistato il Managing Director of Italian Expansion (Christian T. Anton) ed il Ceo di Mass Response Vertriebs (Karl Katzbauer) che hanno fornito qualche dettaglio in più su tale operatore che sarà anch’esso low cost così come Iliad.

Il nuovo operatore virtuale si chiamerà davvero Spusu

Anche in Italia il nuovo operatore virtuale che debutterà entro il primo trimestre del 2020 (quindi entro marzo anche se non si conosce ancora la data precisa) si chiamerà Spusu come hanno confermato i vertici dell’azienda austriaca. Dato che si tratta di un operatore virtuale senza rete proprietaria, esso avrà copertura Wind-Tre Italia.

Il motivo per il quale Spusu ha scelto l’Italia per iniziare una nuova avventura è che il mercato del nostro paese è molto concorrenziale sopratutto dopo l’arrivo di Iliad. Gli italiani sono inoltre appetibili anche perché sono abituati a cambiare sim di continuo guardando con attenzione alle offerte che vengono messe ciclicamente in campo. In Austria, Spusu cerca di non deludere in nessun modo il cliente e proprio per questo punta ad offrire dei prodotti competitivi ed affidabili con la promessa che non subiranno alcuna variazione del prezzo.

Le novità di Spusu

I vertici di Spusu nell’intervista hanno comunicato di aver studiato bene il mercato italiano e per questo uno dei loro obiettivo sarà quello di semplificare al massimo le operazioni per gli utenti (che alle volte hanno grosse difficoltà ad ottenere anche la sim card) supportandoli in ogni singola fase. In Austria, per andare incontro ai clienti, poi, Spusu utilizza un sistema davvero particolare: ovvero la possibilità da parte di quest’ultimi di modificare la loro offerta gratuitamente una volta al mese.

Una simile flessibilità potrebbe anche essere estesa sul mercato italiano e sarebbe davvero una super innovazione (ovviamente sarà necessario considerare i vincoli regolamentari in materia). Christian T. Antony ha poi commentato in modo positivo i risultati di Iliad (superamento di 4 milioni di utenti in quasi 1 anno) generati, secondo il vertice dell’azienda, sopratutto grazie all’offerta competitiva e all’attenzione verso l’utente.

Lo stesso ha dichiarato che la flessibilità è alla base di Spusu per cui i tempi di reazione del servizio clienti saranno veloci per qualsiasi problematica del cliente. Infine per quanto concerne il 5G, Anton ha sottolineato che quando esso si svilupperà sul nostro mercato, Spusu sarà  pronto per offrire promozioni ai clienti. Per quanto concerne il prefisso per le nuove attivazioni esso sarà il 3780 mentre il seriale Iccd delle sim card inizierà con 893956.

Le offerte di Spusu in Austria e quelle Iliad in Italia

Al momento sulla pagina web austriaca di Spusu compaiono offerte a partire da 5,90 euro al mese. C’è la 4.300 con 200 minuti, 100 messaggi e 4 Gb di internet. Si evince inoltre che minuti non utilizzati, messaggi e dati saranno disponibili dal mese successivo come volume dati aggiuntivo fino ad 8,6Gb.

C’è poi la Spusu 9.000 che offre 500 messaggi, 500 minuti ed 8 Gb a 7,90 euro al mese. Anche con tale promozione minuti non utilizzati , messaggi e dati saranno disponibili dal mese successivo come volume dati aggiuntivo fino ad 18 Gb.

Infine c’è la Spusu Legendar al prezzo di 9,90 euro con 15 Gb, 500 minuti e 500 messaggi. Infine anche con questa promo minuti inutilizzati, messaggi e dati saranno disponibili dal mese successivo come volume dati aggiuntivo fino a 32 Gb.

L’offerta Iliad del momento è invece quella a 7,99 euro al mese. A fronte di tale cifra si hanno minuti e messaggi illimitati nonché 50 Gb di internet in 4G. Inoltre inclusi nel prezzo si hanno a disposizione alcuni servizi che di solito si pagano come la segreteria telefonica, il servizio “mi richiami”, lo scatto alla risposta, la disattivazione dei servizi in sovraprezzo, l’avviso di chiamata se si ha il numero occupato, la segreteria visiva, la visualizzazione del numero chiamante e l’inoltro verso la segreteria telefonica all’estero.

Leggete anche: Wind, Tre Italia e Iliad: le offerte con iPhone 11.

[email protected]

Argomenti: ,