Sepa Credit Transfer e bonifico domestico italiano: ecco le principali differenze

Il Sepa Credit Transfer è lo strumento mediante il quale è possibile effettuare pagamenti in euro tra coloro che hanno conti correnti presso gli Istituti situati nei paesi Sepa: ecco le differenze tra un bonifico domestico italiano e il Sepa Credit Transfer.

di , pubblicato il
Il Sepa Credit Transfer è lo strumento mediante il quale è possibile effettuare pagamenti in euro tra coloro che hanno conti correnti presso gli Istituti situati nei paesi Sepa: ecco le differenze tra un bonifico domestico italiano e il Sepa Credit Transfer.

Il Sepa Credit Transfer è lo strumento mediante il quale è possibile effettuare pagamenti in euro tra coloro che hanno conti correnti presso gli Istituti situati nei paesi Sepa. Quelli che fanno parte di quest’area sono tutti gli Stati membri compreso il nostro che fanno parte dell’Unione Europea ma anche quelli che non hanno adottato l’euro. Detto ciò ecco le principali differenze tra un bonifico domestico italiano e il Sepa Credit Transfer.

Area Sepa: le info

Fanno parte dell’area Sepa anche quei paesi che aderiscono allo Spazio Economico Europeo-EEA che sono il Liechtenstein, la Norvegia e l’Islanda nonché i paesi extra EEA. Questi ultimi sono Città del Vaticano, il Principato di Andorra, l’Isola di Man, il Jersey, San Marino, Guernsay, la Svizzera ed il Principato di Monaco.

Tra i principali vantaggi della Sepa vi è la possibilità di effettuare pagamenti in euro a buon prezzo e sicuri mediante un unico conto aperto presso una Banca qualunque di uno dei paesi dell’area Sepa. L’altro vantaggio è che gli strumenti di incasso comuni favoriscono le operazioni transfrontaliere aumentando così l’utilizzo degli strumenti di pagamento elettronico. Di conseguenza vi è la diminuzione dei costi sia per la gestione del contante che per la distribuzione.

Sepa Credit Transfer: le info

Il Sepa Credi Transfer è lo strumento mediante il quale si potranno effettuare dei bonifici in Euro all’interno dell’Area Sepa. Tra le principali caratteristiche di esso, segnaliamo un tempo massimo per l’esecuzione prefissato nonché Bic e Iban come unici identificativi per eseguire i pagamenti. Inoltre, dal 2016 c’è anche la possibilità di raggiungere i conti non soltanto dei beneficiari dell’Area Sepa ma anche per i paesi non Eur.

Infine un altro vantaggio del Sepa Credi Transfer è che il beneficiario riceverà il pagamento senza che siano detratte spese.

Bonifico domestico italiano e Sepa Credit Transfer: differenze

La principale differenza tra Sepa Credit Transfer e bonifico domestico italiano è che il Bic per il primo non sarà richiesto. L’Iban dovrà essere inserito per entrambi. Il limite massimo delle motivazioni per il bonifico sarà fino a 140 caratteri mentre per il Sepa oltre 500 caratteri. Il termine massimo per l’invio del messaggio di storno della disposizione, poi, sarà con il bonifico di 3 giorni spiazzati e con Sepa di 3 giorni spiazzati e 45 giorni accreditati.

Infine per quanto concerne le causali interbancarie per il Sepa Credit Transfer serviranno quelle Abi mentre per l’altro quelle SCT/ISO. L’immissione della disposizione anticipata rispetto la data di regolamento sarà fino a 3 giorni lavorativi per il Sepa mentre per il bonifico tale servizio non sarà disponibile. E ancora i campi aggiuntivi con riferimenti alla riconciliazione e i messaggi di storno nonché i richiami automatici con il bonifico italiano saranno disponibili mentre con il Sepa no.

Leggete anche: Come scegliere il conto corrente: una piccola guida.

Argomenti: ,