Risparmiare sulla bolletta elettrica: le 10 abitudini sbagliate e che puoi facilmente cambiare

Siamo in inverno e la bolletta elettrica cresce sempre più: ecco 10 modi per risparmiare cambiando semplici abitudini.

di , pubblicato il
Il 31 dicembre c'è stata la fine del regime di tutela per le aziende. Ma cosa è successo a quelle che non hanno scelto un operatore e perché potrebbero sostenere costi più alti per l'energia?

Migliorare la qualità della vita e contemporaneamente risparmiare anche alcune centinaia di euro sulla bolletta elettrica: si tratta semplicemente di cambiare alcune abitudini e utilizzare al meglio gli strumenti e le nuove tecnologie.

Siamo nella stagione fredda, quella con minore quantità di luce solare per cui siamo costretti a consumare più energia elettrica: in questo articolo daremo alcuni consigli per riuscire a risparmiare anche in queste condizioni. Pochi cambiamenti nelle nostre abitudini che permettono di fare un piacere sia alle nostre tasche che all’ambiente.

Perché non cambiare la propria tariffa?

Il primo consiglio è l’attenta valutazione dei propri consumi. Quando usi gli elettrodomestici? Durante tutta la giornata, soltanto nelle ore serali oppure durante il weekend?  In base a questa analisi è possibile optare per una tariffa adeguata alle tue esigenze e così risparmiare un bel po’ sulla bolletta.

Utilizzi molto il computer?

Un errore che si compie spesso è quello di utilizzare il salvaschermo per il computer: quante volte capita di lasciare acceso il pc per ore anche quando non lo utilizziamo? Ebbene, il consiglio è semplice: disabilitare il salvaschermo e programmare lo spegnimento automatico dello schermo dopo 5-10 minuti di inattività.

Meglio il computer fisso o il portatile?

Occorre che valuti con attenzione l’utilizzazione che fai del pc. Se non hai esigenze particolari – come avere un monitor particolarmente grande – può essere utile sapere che il pc portatile consuma molto meno rispetto a un computer fisso.

Che tipo di lampadine utilizzi in casa?

Se utilizzi ancora le vecchie lampadine a incandescenza, sappi che i tuoi consumi sono molto elevati e che possono essere abbattuti in maniera importante sostituendole tutte con lampadine a LED di ultima generazione.

Il risparmio in bolletta può essere subito notevole e ammortizzare in breve tempo la spesa per la sostituzione di tutte le lampadine.

Quale classe di consumo energetico hanno i tuoi elettrodomestici?

Sei ancora molto affezionato/a al tuo frigorifero di 20 anni fa? Si tratta di un elettrodomestico che consuma molto di più rispetto ai nuovi modelli. Si tratta di un investimento: se cambi gli elettrodomestici e opti per dispositivi che abbiano almeno la classe A, rientrerai rapidamente nelle spese e inizierai a risparmiare notevolmente sulla bolletta della luce.

Spegni davvero la televisione e gli altri dispositivi elettronici?

Quando spegniamo un dispositivo elettronico, ad esempio la televisione, resta acceso un piccolo LED che è fonte di consumo di energia elettrica: per risparmiare sulla bolletta della luce, dovresti o staccare la spina dei dispositivi o, ancora più comodo, utilizzare una ciabatta con interruttore.

A che temperatura hai il tuo frigorifero?

Il modo migliore per risparmiare sui consumi energetici è quello di regolare il frigorifero a una temperatura media: se troppo basso o troppo alto, i consumi crescono notevolmente.

Ti serve davvero l’enorme frigorifero che hai?

Sembra scontato, ma un frigorifero più è grande più consuma. Molti di noi probabilmente non hanno bisogno di un frigorifero enorme: se hai intenzione di cambiarlo, ricorda oltre alla classe di consumo (almeno A o superiori), anche la grandezza a partire dalle tue esigenze.

Dimentichi di fare manutenzione ai tuoi condizionatori?

Sia d’estate che d’inverno, spesso utilizziamo i condizionatori d’aria: ebbene, se non fai manutenzione da parecchio tempo, devi sapere che i consumi sono più elevati (oltre a presentare rischi per la salute). Ebbene, fai manutenzione a inizio delle stagioni in cui pensi di utilizzarlo e il risparmio in bolletta è assicurato.

Forno elettrico o forno a microonde?

Devi semplicemente scaldare il cibo? È importante sapere che il forno a microonde consuma molto meno rispetto a un fornetto elettrico che, solitamente, utilizziamo per le medesime mansioni.

Potrebbe interessarti anche: Risparmiare è un’impresa? Non è detto: ecco 7 piccoli trucchi e una regola aurea

[email protected]

Argomenti: ,