Quali sono le 5 Postepay di Poste Italiane e quanto costano?

Ecco quali sono le 5 carte Postepay di Poste Italiane del momento e quanto costa l'emissione nonché il canone annuo (ma solo per alcune).

di , pubblicato il
postepay bancoposta

La Postepay di Poste Italiane è una prepagata grazie alla quale è possibile effettuare pagamenti ma anche prelievi. Alcune carte, poi, danno anche la possibilità di inviare e ricevere bonifici, accreditare lo stipendio o la pensione e pagare i bollettini. Esistono 5 diversi tipo di Postepay: Evolution, Digital, Standard, PuntoLis e Green. Ecco come funzionano e quanto costano.

Postepay di Poste Italiane: come funzionano e quanto costano la Evolution e la Digital

La Postepay Evolution di Poste Italiane è la carta prepagata fornita di Iban. Grazie a quest’ultimo si può accreditare lo stipendio o la pensione sulla carta e disporre e ricevere bonifici. Si possono domiciliare le utenze, pagare i bollettini ed effettuare pagamenti sia in contactless che online utilizzando lo smartphone Android dotato di Google Pay. Il costo di emissione della carta è di 5 euro più 15 euro di ricarica minima. C’è poi da pagare un canone annuo di 12 euro.
La Digital, come si evince da nome, è la carta prepagata totalmente digitale che si può richiedere direttamente in app. La versione standard non costa nulla mentre quella Evolution (con Iban) costa 5 euro ma fino al 31 dicembre in promozione il prezzo è di zero euro. Il canone per la tipologia standard è di zero euro mentre di 12 euro per quella con Iban.

PuntoLis, Standard e Green: ecco altre tipologie di Postepay di Poste Italiane

Postepay PuntoLis è la carta prepagata dotata di Iban grazie al quale si può accreditare pensione/stipendio sulla carta. Con essa si possono poi ricevere e disporre di bonifici e la novità è che si può richiedere presso una tabaccheria PuntoLis abilitata al servizio. Il costo di emissione è di 5 euro più 15 euro di ricarica minima mentre il canone annuo è di 12 euro.


La prepagata ricaricabile Standard è sicuramente la carta più richiesta perché serve per effettuare acquisti sia nel nostro paese che all’estero. Questo sui circuiti convenzionati Visa. Si può poi prelevare denaro presso gli Atm bancari e Postamat e non ha un canone annuo da sostenere. L’emissione costa 10 euro mentre la ricarica minima di acquisto 5 euro.
Infine la Postepay Green è la carta biodegradabile della Next Generation ed è dedicata a chi ha tra i 10 ed i 17 anni. Con essa si possono effettuare pagamenti, condividere le spese con gli amici grazie al p2p ed il genitore può impostare la ricarica verso uno o più carte di questa tipologia. La quota di emissione è di 5 euro mentre la ricarica minima di 5 euro.

Argomenti: , ,