Migliori buoni fruttiferi postali luglio 2022 con tasso superiore all’1%

Ecco quali sono i migliori buoni fruttiferi postali di inizio luglio 2022, quelli che offrono un tasso superiore all'1%.

di , pubblicato il
buoni fruttiferi postali

Nel mese di luglio è possibile sottoscrivere buoni fruttiferi postali con tasso di interesse superiore all’1%. Parliamo dei buoni dedicati ai minori e di quelli 4×4. Ci sono poi i 3×4 con tasso di interesse all’1% grazie alla modifiche al rialzo operate lo scorso giugno. Perché scegliere i bfp? In primo luogo perché non hanno costi di sottoscrizione/rimborso e poi perché gli interessi godono di una tassazione agevolata al 12,50%. I buoni si possono sottoscrivere in forma cartacea e in forma de materializzata e si possono acquistare negli uffici postali. Solo quelli de materializzati, invece, anche mediante i canali che sono il sito ufficiale di Poste e l’applicazione BancoPosta.

Luglio 2022: i migliori bfp

Tra i migliori buoni fruttiferi postali, prodotto emesso da Cassa Depositi e Prestiti e collocato sul mercato da Poste Italiane, ci sono i 3×4. Durano come si evince dal nome 12 anni ed è possibile richiedere il rimborso del capitale investito quando si vuole. Gli interessi, però, maturano dopo 3, 6 e 9 per cui prima dei 3 anni non si ricevono. I tassi annui lordi modificati il 9 giugno sono i seguenti: 0,20% dopo 3 anni, 0,40% dopo 6 anni, 0,50% dopo 9 anni e 1% dopo 12 anni.
Ci sono poi i 4×4 per investimenti fino a 16 anni e con flessibilità di rimborso in ogni momento. Solo dopo 4, 8 e 12 anni si ha il riconoscimento degli interessi maturati. Le condizioni in vigore dal 9 giugno scorso sono le seguenti: si ottiene un rendimento annuo lordo dello 0,30% dopo 4 anni e dello 0,45% dopo 8 anni. Infine dello 0,80% dopo 12 anni e dell’1,25% dopo 16 anni.

E infine

Sicuramente tra i migliori buoni fruttiferi postali di luglio c’è quello per minori. È dedicato ai più piccoli e gli interessi maturano con loro fino al raggiungimento della maggiore età. Lo può sottoscrivere un genitore, un nonno o anche una persona che gli vuole bene. Per questo buono le condizioni in vigore sono quelle del 28 gennaio 2020, giorno in cui i tassi sono stati modificati al ribasso. Si guadagnava infatti fino al 3% mentre ora al termine del diciottesimo anno si percepisce un rendimento annuo lordo del 2,50%.


Per sottoscriverlo il richiedente deve esibire il codice fiscale o la carta di identità su supporto plastificato. In più la carta d’identità italiana o di un Paese Ue o la patente di guida italiana o il passaporto italiano/Ue. Inoltre anche il passaporto extracomunitario accompagnato da traduzione giurata se redatto in lingua diversa dall’inglese.

Per il minore si possono presentare anche in fotocopia il codice fiscale o la tessera sanitaria. In aggiunta servirà un documento a scelta tra questi: carta d’identità/passaporto rilasciati ai minori da 0 a 3 anni. O ancora la carta d’identità/passaporto rilasciati ai minori di età tra i 3 ed i 18 anni o infine il certificato di nascita. Si ricorda che tutti i buoni fruttiferi postali cartacei dal giorno successivo alla scadenza, diventano infruttiferi. Infine, trascorsi 10 anni, si prescrivono.
[email protected]

Argomenti: ,