Incentivi auto 2020: 3 vetture sotto i 4.000 euro, ecco dove devi avere la residenza per accedere al bonus

Il rilancio del mercato è una priorità del governo: incentivi auto nazionali e locali, ecco dove spendere meno di 4.000 euro per una vettura nuova.

di , pubblicato il
Il rilancio del mercato è una priorità del governo: incentivi auto nazionali e locali, ecco dove spendere meno di 4.000 euro per una vettura nuova.

Si tratta del momento ideale per acquistare una nuova vettura: gli incentivi auto, voluti dal governo, possono arrivare fino a 10.000 euro (con rottamazione) per una vettura elettrica.

Ma le buone notizie non si fermano qui: se hai la residenza a Milano puoi accedere anche a ulteriori Bonus predisposti dal Comune, per cui si può arrivare a spendere anche soltanto 2.700 euro per un auto nuova e sono almeno tre le vetture che potrai comprare a meno di 4.000 euro.

Come funzionano gli incentivi auto 2020 per la città di Milano

Il nuovo bonus pensato dal Comune di Milano, dunque, si aggiunge agli incentivi auto 2020 predisposti dal governo. La buona notizia è che sono cumulabili.

Per poter accedere a questa campagna di incentivi basta semplicemente essere maggiorenni e avere la residenza a Milano. Importante anche un altro fattore: non sono previsti limiti reddituali connessi all’ISEE, tutti possono partecipare, senza dover dimostrare il proprio patrimonio o reddito.

Decisivo un ulteriore aspetto: si può accedere al bonus della città di Milano soltanto se si porta una vettura inquinante in rottamazione. Si tratta di un modo per svecchiare e rendere più sostenibile dal punto di vista ambientale il parco auto circolante nella metropoli del Nord Italia.

I contributi del bonus sono i seguenti:

  • auto elettrica: contributo massimo 9.600 euro, importo massimo contributo 60% costo auto e ci sarà obbligo di rottamazione,
  • auto ibrida: contributo massimo 6.000 euro, importo massimo del contributo 60% costo auto e ci sarà obbligo di rottamazione,
  • auto metano o benzina/metano: contributo massimo 5.000 euro, importo massimo contributo del 50% costo auto e ci sarà obbligo di rottamazione,
  • auto Gpl o benzina /Gpl: contributo massimo 5.000 euro, importo massimo contributo 50% costo auto e ci sarà obbligo di rottamazione,
  • auto benzina Euro 6: contributo massimo 4.000 euro, importo massimo contributo 50% costo auto e ci sarà obbligo di rottamazione,
  • moto/scooter elettrici: contributo 3.000 euro, importo massimo contributo 55% costo e ci sarà obbligo di rottamazione e di non possedere veicolo da 4 mesi,
  • moto/scooter elettrici: contributo 1.800 euro, importo massimo contributo 40% costo e non ci sarà obbligo di rottamazione ed infine
  • bici elettrica/pedalata assistita: contributo 1.500 euro, importo massimo contributo 60% costo e non ci sarà obbligo di rottamazione.

Ma c’è anche una ‘cattiva’ notizia: Palazzo Marino ha stanziato ‘soltanto ‘ un milione di euro, per cui saranno soltanto poche centinaia le persone che potranno accedere effettivamente al bonus.

Come ottenere il bonus

Il bando pubblicato sul sito del Comune di Milano, ecco il link, è rivolto solo alle persone fisiche residenti a Milano. La residenza dovrà però essere effettiva al momento della presentazione della domanda che dovrà avvenire tra il 6 luglio ed il 30 novembre 2020 per vetture acquistate a partire dal 5 maggio scorso.

Attenzione: per fruire degli incentivi per l’acquisto di una nuova automobile sarà obbligatorio rottamare un vecchio modello. Dovrà appartenere a queste classi:

  • Veicoli per il trasporto persone (classificati in base alle categorie internazionali come categoria M1) con alimentazione: benzina fino ad Euro 2 incluso o diesel fino ad Euro 5 incluso
  • Motoveicoli o ciclomotori (classificati in base alle categorie internazionali come categoria L) con alimentazione: due tempi fino ad Euro 2 incluso, gasolio fino ad Euro 2 incluso, benzina a quattro tempi fino ad Euro 1 incluso e benzina a quattro tempi fino ad Euro 1 incluso.

L’auto, il motoveicolo o il ciclomotore demolito dovrà essere intestato alla stessa persona che richiederà l’accesso al contributo e dovrà essere nella proprietà in data antecedente al 4 maggio 2020.

L’autoveicolo, il motoveicolo o il ciclomotore acquistato dopo il 4 maggio 2020 dovrà essere intestato necessariamente alla stessa che chiede il contributo e la proprietà dovrà essere mantenuta per almeno 5 anni dall’acquisto.

Il Comune di Milano comunica poi che il contributo si potrà cumulare soltanto con gli incentivi statali e non con quelli concessi da altri soggetti pubblici per i medesimi costi ammissibili.

Qualora si abbiano i prerequisiti su indicati ci si potrà collegare al portale ed inserire i dati richiesti chiedendo  l’incentivo per l’acquisto. Per la valutazione il Comune terrà conto dell’ordine delle domande. Se ritenuti idonei, infine, sarà necessario collegarsi entro novanta giorni dalla comunicazione del Comune rendicontando le spese sostenute che dovranno essere intestate a chi richiede il contributo. Saranno ammessi soltanto i pagamenti effettuati dal beneficiario mediante strumenti di pagamento tracciabili.

3 vetture sotto i 4.000 euro e una poco sopra questa cifra con gli incentivi auto 2020 città di Milano

Segnaliamo alcune vetture che potrebbero interessare e che potrebbero essere acquistate al prezzo più basso di sempre grazie agli incentivi auto 2020 predisposti dal Comune meneghino.

Skoda Citigo (elettrica) – prezzo 2.700 euro

Si tratta della prima city car del gruppo completamente elettrica ed è particolarmente adatta per il traffico cittadino grazie alle sue dimensioni ridotte: il prezzo contenuto di base e un’autonomia annunciata di oltre 250 Km la rendano una vettura molto versatile.

Il prezzo di listino è di 22.300 euro, da cui va sottratto l’incentivo statale di 10.000 euro e quello milanese di 9.600 euro.

Citroen C1 (benzina) – prezzo 3.250 euro

citroen

Anche in questo caso si tratta di una city car pensata per muoversi agilmente nel traffico cittadino grazie alla sua compattezza e maneggevolezza. Si tratta di un modello molto conosciuto dagli automobilisti e che si è saputa rinnovare nel tempo, grazie a un sapiente lavoro sul design.

Il prezzo di listino è di 10.750 euro, da cui va sottratto l’incentivo statale di 3.500 euro e quello milanese di 4.000 euro.

Dacia Sandero Streetway (GPL) – prezzo 3.564 euro

 

Si tratta di una berlina il cui punto di forza è sicuramente il prezzo di listino molto basso. Sviluppata a partire dalla Dacia Logan, l’utilitaria romena ha ricevuto un restyling che l’ha resa più adatta dal punto di vista estetico al gusto occidentale.

Il prezzo di listino è di 11.450 euro, da cui va sottratto l’incentivo statale di 3.500 euro e quello milanese di 4.386 euro.

Appena al di sopra dei 4.000 euro troviamo:

Fiat Panda (mild hybrid) – prezzo 4.250 euro

Abbiamo deciso di aggiungere anche la Fiat Panda mild hybrid, anche se il prezzo è di poco superiore ai 4.000 euro, proprio perché si tratta di una vettura iconica, che ha fatto la storia. Ha bisogno di poche presentazioni, si tratta della city car perfetta per chi vuole coniugare compattezza, maneggevolezza e design accurato.

Il prezzo di listino è di 13.750 euro, da cui va sottratto l’incentivo statale di 3.500 euro e quello milanese di 6.000 euro.

Si tratta quasi di una lotteria, ma i fortunati potranno davvero accedere ai prezzi più bassi di sempre per una vettura nuova.

Potrebbe interessarti anche: Incentivi 2020 e bonus auto: le 4 migliori vetture elettriche da acquistare, sconti fino a 10.000 euro

Incentivi auto 2020 e bonus acquisto: ecco i 4 modelli tra i più famosi con prezzi veri

[email protected]

Argomenti: , ,