Conto corrente: ecco come risparmiare in 5 semplici mosse

Risparmiare con il conto corrente si può: ecco come fare.

di , pubblicato il
Risparmiare con il conto corrente si può: ecco come fare.

Il conto corrente è uno strumento tecnico bancario che viene fornito da un Istituto Bancario per permettere a chi lo sottoscrive di depositare e di gestire il proprio denaro in sicurezza. Chi apre il conto, poi, può contare di servizi bancari come ad esempio la possibilità di domiciliare le utenze domestiche ed effettuare bonifici. Detto ciò, ecco come risparmiare in 5 semplici mosse.

Risparmiare con il conto corrente: ecco come fare

Il conto corrente ormai dà solo degli interessi molto bassi per cui il primo suggerimento sarà quello di lasciare su di esso soltanto le somme necessarie investendo in modo diverso il proprio capitale. Il secondo consiglio sarà invece quello di pagare le bollette e chiedere il saldo-movimenti non allo sportello. Pagare le prime in tale luogo, infatti, genera dei costi mentre la domiciliazione bancaria è gratuita. In alternativa le bollette potranno essere pagate con la carta di credito ma bisognerà fare attenzione in quanto tale operazione potrebbe generare anch’essa dei costi. Per quanto concerne invece il saldo e la lista dei movimenti, l’ideale sarebbe di consultarli online dal proprio sito di home banking in quanto non si pagherà sicuramente nulla. In alternativa si potrà scaricare la app per smartphone e tablet che consentiranno di eseguire tale operazione sempre in forma del tutto gratuita.

Il terzo suggerimento sarà quello di conservare e di controllare tutta la documentazione perché soltanto così ci si potrà rendere conto se vi sono dei peggioramenti delle condizioni. Ricordiamo che la Banca sarà sempre tenuta ad informare il cliente di eventuali rincari e variazioni per cui si potrà recedere dal contratto in questo caso senza pagare alcuna penale.

Suggerimenti per risparmiare con il conto corrente

Il quarto suggerimento per risparmiare sul conto corrente sarà quello di non prelevare dagli sportelli Atm di altre Banche. Ricordiamo che per i conti moderni i prelievi sono quasi sempre gratuiti da tutti gli sportelli: bisognerà però prelevare una cifra minima (in molti casi). Per i conti tradizionali, invece, è previsto un numero limitato di prelievi nell’arco del mese da qualsiasi Atm. Se tale limite si supera allora verranno applicate delle commissioni. Per risparmiare, quindi, il suggerimento sarà quello di prelevare sempre dall’Atm della propria Banca. In alternativa qualora il proprio conto abbia delle opzioni gratuite (come questa per un determinato periodo all’anno), queste ultime potranno essere sfruttate senza sforare il tetto massimo previsto.

Infine l’ultimo suggerimento sarà quello di evitare di andare in rosso e fare attenzione alle rate del mutuo. Ricordiamo che quando si verifica questa condizione le spese e gli interessi aumentano anche se vi è uno scoperto soltanto di qualche giorno. Per evitare penalizzazioni, quindi, il consiglio è quello di chiedere liquidità in aggiunta magari con un prestito o un fido.

Leggete anche: Imposta di bollo conto corrente: costo, chi dovrà pagarla e chi è esente

[email protected]

Argomenti: ,