Conto corrente: costi banche italiane ed estere che operano in Italia

Sostariffe.it ha analizzato i costi dei diversi conti correnti proposti al consumatore dalle banche italiane e quelli delle banche estere che però operano nel nostro paese: ecco le info i merito.

di , pubblicato il
Sostariffe.it ha analizzato i costi dei diversi conti correnti proposti al consumatore dalle banche italiane e quelli delle banche estere che però operano nel nostro paese: ecco le info i merito.

Sostariffe.it ha analizzato i costi dei diversi conti correnti proposti al consumatore dalle banche italiane e quelli delle banche estere che però operano nel nostro paese. L’analisi è stata eseguita su tre diversi profili di consumo: single, famiglia e coppia. Ecco cosa ha rivelato.

L’analisi di Sostariffe.it: i tre profili

Dall’analisi di Sostariffe.it si evince che i costi per chi apre un conto corrente optando o l’internet banking o per le operazioni in filiale sono maggiori scegliendo una banca italiana. Il costo diventa poi ancora maggiore se si utilizza un servizio misto online. Se si considera, ad esempio, un cliente che usa il conto corrente in modo tradizionale ovvero prelevando allo sportello, mediante gli Atm e facendo operazioni in filiale, i costi sono superiori nelle banche italiane rispetto a quelle estere che operano nel nostro paese. Mediamente una persona sola spende annualmente 78,32 euro con una banca italiana e 65,70 euro con una banca straniera. Una coppia, invece, spende con un istituto di credito nostrano 91,73 euro mentre con uno straniero la cifra di 64,60 euro e quindi in questo caso la differenza è davvero elevata. Infine le famiglie spendono per depositare i loro risparmi nelle banche italiane la cifra di 105,50 euro contro i 79,10 euro di quelle straniere. Anche in questo caso la differenza è sconcertante.

Servizi bancari online

Dall’analisi di Sostariffe.it si evincono inoltre dettagli per chi usa i servizi bancari soltanto in modalità online. Chi sceglie, infatti, un istituto di credito italiano con servizio di internet banking spende di più rispetto ad una banca estera. Nel caso del single la spesa media è di 48,15 euro contro i 28,61 euro della banca estera. Nel caso delle coppie la spesa annua è di 65,65 euro contro i 40,86 euro degli istituti esteri. Infine le famiglie spendono per un conto in un istituto italiano la cifra di 76,41 euro contro i 46,76 euro per un conto estero.

Qualora, invece, si faccia un uso misto e quindi tradizionale e telematico insieme, nelle banche italiane il costo annuo è di 62,35 euro mentre nelle banche estere di 40,73 euro. Per quanto concerne le coppie la media è di 81,47 euro contro i 55,49 euro degli istituti esteri mentre per le famiglie con una banca italiana spendono 89,74 euro mentre con una straniera 61,46 euro.

Leggete anche: Conto corrente 2020: occhio ai rincari fino al 29%, la soluzione per risparmiare è l’online

[email protected]

Argomenti: ,