Come risparmiare sulle bollette di luce e gas in estate: attenzione ai condizionatori e altri consigli

Non solo il condizionatore, ecco una serie di consigli utili per risparmiare sulle bollette di gas e luce anche in estate.

di , pubblicato il
caro bollette

C’è un vecchio luogo comune che vuole che i consumi maggiori nelle bollette di luce e gas siano d’inverno, e così tendiamo ad abbassare la guardia quando si avvicina l’estate e a pensare che il peggio sia già trascorso.

Ed invece luce e gas possono avere alti consumi anche d’estate: i consumi della corrente elettrica sono strettamente connessi all’utilizzazione dei condizionatori, mentre anche il gas viene comunque utilizzato per la cucina o l’acqua calda.

Insomma, è possibile con pochi suggerimenti e consigli ‘tenere a bada’ anche nella stagione estiva le bollette di luce e gas.

Non sottovalutare i consumi in cucina!

Anche se questa è un’estate indubbiamente particolare, a causa della pandemia, solitamente durante la bella stagione non si smette comunque di trascorrere tempo in cucina, per cui qualche consiglio su come gestire al meglio i consumi in questo senso possono essere sempre utili.

Innanzitutto, sarebbe consigliabile utilizzare i fornelli piccoli, perché, al di là che siano a gas o a induzione, producono minori sprechi; in secondo luogo, è sempre opportuno coprire per bene le pentole, in maniera tale da non far disperdere il calore, cuocere o far bollire più rapidamente l’acqua, risparmiare a volte notevolmente sui consumi.

Attenzione al condizionatore!

Si tratta di uno degli amici più fedeli delle nostre torride estati, ma anche di una delle voci di spesa che maggiormente compongono la cifra che andiamo a pagare nella bolletta della luce.

Ci sono molti consigli su come ridurre al minimo i consumi del condizionatore, senza dover rinunciare alla piacevole sensazione del fresco:

  • Manutenzione del climatizzatore: cambiare o pulire i filtri non è solo una buona abitudine quanto a igiene, ma permette anche alla macchina di essere più performante e dunque di consumare meno
  • Moderazione con il freddo: secondo gli esperti, anche per una questione di salute, la differenza di temperatura tra l’esterno e l’interno non dovrebbe essere superiore ai 7-8 gradi; ebbene, il climatizzatore non dovrebbe mai essere tenuto al di sotto della forbice di 20-25 gradi – in questo modo, il risparmio è assicurato
  • Non tenere acceso il condizionatore tutto il giorno: se ha l’opzione timer, lo si può accendere pochi minuti prima che si torni a casa
  • Tenere ben chiuse le finestre
  • Utilizzare la modalità deumidificazione: spesso la sensazione di caldo insopportabile è data più dall’umidità che dalla temperatura effettiva

Se non sei convinto delle bollette luce e gas cambia tariffa (e cambia, se puoi, elettrodomestici)!

Esiste una grande diversificazione nelle offerte luce e gas ed è dunque importante trovare quella che maggiormente si adatta alle nostre esigenze.

Sono tante le piattaforme online che permettono il confronto tra i prezzi e le tariffe dei differenti operatori.

Un ultimo consiglio riguarda l’investimento in elettrodomestici nuovi con classe energetica almeno pari ad A: la spesa potrebbe essere piuttosto alta, ma quel denaro rientra facilmente grazie all’abbattimento dei consumi. Facciamo un solo esempio: un condizionatore classe A+++ porta a un consumo annuo di circa 160 kWh, quando uno di classe F ci porta a consumarne 430,  cioè quasi il triplo.

Per lo stesso motivo, si consiglia di utilizzare lavastoviglie e lavatrici con i programmi eco, con acqua fredda o in generali con tempi ridotti.

Potrebbe interessarti anche: Risparmiare 100 euro all’anno sulla bolletta dell’acqua si può: ecco come

[email protected]

Argomenti: ,