Cessione del quinto: tassi più convenienti dei prestiti personali, la sfida è vinta

I tassi della cessione del quinto sono più convenienti di quelli dei prestiti personali. Tale finanziamento è la soluzione ideale per lunghe durate e importi consistenti.

di , pubblicato il
investimenti rendimenti

Le cessione del quinto è un tipo di prestito con il quale vengono trattenute delle rate sullo stipendio o sulla pensione fino ad un massimo di un quinto del compenso (al netto delle ritenute). In questo periodo la sua popolarità è cresciuta sempre più anche perché i tassi sono più convenienti di quelli dei prestiti personali. Tale strumento è la soluzione ideale per lunghe durate e per chi ha necessità di importi elevati. Ecco maggiori informazioni in merito.

Taeg e cessione del quinto: ecco perché i tassi sono più convenienti

Il Taeg è il costo totale del prestito che comprende anche delle spese obbligatorie. I migliori per la cessione del quinto (dati secondo trimestre 2020) sono sotto il 5%. Nel dettaglio del 4,82% per i privati, del 3,30% per i dipendenti pubblici e del 3,76% per i pensionati. Rispetto ai prestiti personali (5,65%), quindi, il Taeg è più basso.
Il tasso medio di mercato della cessione del quinto, secondo gli ultimi dati di Bankitalia per quanto concerne invece i primi 3 mesi del 2021, continua ad essere ottimale. Adesso è al 7,34% mentre quello dei prestiti personali al 9,40%. Su Prestiti.it, il portale dedicato ai prestiti, invece, c’è invece convenienza per i prestiti personali con tasso medio del 6,40% e per la cessione del quinto. Per i pensionati il tasso è del 5,85% mentre per i dipendenti pubblici del 3,97%.

Prestiti personali e cessione del quinto

Dall’analisi di Prestitionline emerge che l’identikit di chi chiede un prestito personale è più giovane rispetto a chi chiede una cessione. Ne dettaglio si va da 42 anni e 9 mesi per il primo contro 51 anni e 10 mesi per il seconda. Quest’ultima però dura di più rispetto al prestito personale (10 anni contro 5) e gli importi che vengono chiesti sono anche il doppio (più di 180 mila euro contro 8900 euro).


Con il Covid-19 le richieste di prestiti liquidità, però, sono calate ma nei primi mesi del 2021 sono tornate a crescere arrivando al 32%. Tra le finalità si registra una crescita per, viaggi, vacanze ed hobby mentre per la durata molte richieste non vanno oltre i 3 anni. Il motivo è sempre l’incertezza in cui verte il nostro paese per cui tutti cercano di non indebitarsi troppo.
Per quanto concerne le finalità di richiesta della cessione del quinto nelle città di Milano e Roma, ad esempio, essa si richiede soprattutto per liquidità. Seguono poi l’acquisto di auto usate e la ristrutturazione. A Napoli, invece, la situazione è completamente diversa in quanto al primo posto per le finalità c’è la ristrutturazione.
Infine dall’analisi di Prestitonline.it si evince che al Sud e nelle Isole coloro che chiedono di più la cessione del quinto sono i pensionati (42,2% del totale) mentre al Centro Italia i dipendenti pubblici con il 29,6%. Al Nord, invece, 1 richiesta su 2 arriva da dipendenti privati.

[email protected]

Argomenti: ,