Bancomat smagnetizzato, ecco cosa fare

Cosa fare se la carta bancomat si smagnetizza? Ecco come comportarsi e come evitare che accada.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il

Può capitare, al momento di pagare con la propria carta bancomat, o al momento di prelevare presso un ATM, di vedersi rifiutare la carta. Le motivazioni di tali rifiuto potrebbero essere due: o il credito sul conto corrente è insufficiente o la carta bancomat si è smagnetizzata.

Se invece il bancomat funziona a intermittenza quasi sicuramente si tratta di smagnetizzazione e la cosa non dipende dal nostro istituto di credito.

Il problema è risolvibile in poco tempo e in maniera piuttosto semplice. Anche se non si sa quale sia la causa della smagnetizzazione delle carte bancomat quello che è certo è che dipende dal malfunzionamento della banda magnetica posta nella parte bassa della carta bancomat.

Per prevenirne la smegnetizzazione basterà avere cura di tenere lontana la propria carta bancomat da fonti metalliche, calamite, televisori o monete ma si consiglia anche di tenerla lontana da altre carte bancomat o carte di credito. Tali accorgimenti, però, potrebbero non essere sufficienti a prevenire la smagnetizzazione della carta bancomat che, sottolineiamo, potrebbe avvenire anche a causa dell’usura.

In caso di smagnetizzazione della carta bancomat sarà sufficiente recarsi presso la banca che l’ha emessa che, dopo aver reso inutilizzabile la vecchia carta tagliandola in due, provvederà a fornirci una nuova carta bancomat corredata da un nuovo codice Pin. Bisogna mettere in conto che potrebbero essere necessari anche un paio di giorni per l’emissione di una nuova carta bancomat, ma in alcuni casi (ad esempio con le banche online) che siano richiesta anche un paio di settimane per l’invio presso il proprio domicilio.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Conti e carte

Leave a Reply