Bancomat e carte di credito clonati: ecco come prelevare in tutta sicurezza e difendersi dalle truffe

Bancomat e carte di credito clonati: ecco alcuni consigli su come difendersi dalle truffe e prelevare in tutta sicurezza.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Bancomat e carte di credito clonati: ecco alcuni consigli su come difendersi dalle truffe e prelevare in tutta sicurezza.

Negli ultimi tempi capita sempre più spesso di ascoltare di carte di credito o bancomat clonati nonostante essi siano uno strumento abbastanza sicuro per effettuare acquisti. Ecco quindi alcune regole per difendersi dalle truffe e prelevare in tutta sicurezza come comunica l’Unione Nazionale dei Consumatori.

Regole per evitare truffe e clonazione carte di credito e bancomat

Ecco alcune regole principali per evitare che carte e bancomat vengano clonati:

  • In primis quando vi recate a prelevare, fate sempre attenzione che in giro non vi siano persone in strani atteggiamenti ferme a fare chissà cosa. Controllate poi che allo sportello non vi siano montate apparecchiature strane e anche vi sia aderenza della tastiera. Potrebbe capitare per frode che ve ne siano due.
  • Conservate sempre gli scontrini di ciò che pagate o dei prelievi in modo tale da capire poi subito quali siano le spese sospette.
  • Qualora abbiate il sospetto che vi siano transazioni sospette, bloccate subito la carta chiamando il numero verde che è disponibile sette giorni su sette e ventiquattro ore su ventiquattro.
  • Controllate spesso l’estratto conto in modo tale da verificare prontamente se vi siano delle operazioni anomale.
  • Presentate denuncia alla polizia o ai carabinieri in caso di truffa. Per richiedere il rimborso alla Banca sarà necessario presentare infatti la documentazione necessaria con tale denuncia.

Il rimborso è possibile qualora siate rimasti vittime di truffa. L’Unione Nazionale dei Consumatori, però, spiega che vi saranno tre condizioni da rispettare. In primis l’utente dovrà dimostrare di aver custodito per bene la carta che gli è stata clonata. Poi dovrà subito bloccare la carta non appena si renderà conto di operazioni anomale ed infine se riceverà un messaggio dalla Banca di un’avvenuta transazione in realtà non effettuata dovrà contestarla immediatamente.

Leggete anche: Truffe PostePay: attenzione a Whatsapp e agli sms, l’allarme è generale. Ecco come difendersi.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Conti e carte, Carta di debito e di credito