Aumento capitale iper-diluitivo? Dal 15 dicembre arriva il metodo rolling

Gli aumenti di capitale eccessivamente diluitivi si avvarranno di nuove regole Consob dal prossimo 15 dicembre. Ecco cosa prevedono e quando si applicano.

di Giuseppe Timpone, pubblicato il
Gli aumenti di capitale eccessivamente diluitivi si avvarranno di nuove regole Consob dal prossimo 15 dicembre. Ecco cosa prevedono e quando si applicano.

Dal 15 dicembre cambiano le regole per l’esercizio di aumenti di capitale cosiddetti “iper-diluitivi”, quelli che prevedono l’emissione di un elevato numero di nuove azioni, rispetto a quelle già circolanti. La Consob ha annunciato l’adozione del cosiddetto “metodo rolling”, che dovrebbe consentire al mercato di non subire in fase di ricapitalizzazione eccessivi sbalzi di prezzo, i quali generano distorsioni eccessive e danno vita a potenziali arbitraggi selvaggi. Tipicamente, i titoli azionari subiscono forti rialzi nella fase iniziale dell’aumento, seguiti da forti ribassi alla fine dello stesso.

Cosa prevede il metodo rolling? Esso consente la negoziazione delle azioni rivenienti dall’esercizio del diritto di opzione per ogni giorno di aumento di capitale, a partire dal terzo, non al termine di questa fase, come avviene secondo le regole attuali. Questo cambiamento dovrebbe aumentare gli scambi potenziali nel corso della ricapitalizzazione, consentendo alle forze di mercato di effettuare gli arbitraggi necessari per ridurre la volatilità dei titoli, riequilibrandone i corsi. (Leggi anche: Opzione greenshoe in fase di IPO)

Vendita azioni nel corso dell’aumento

Quando un aumento di capitale può essere definito “iper-diluitivo”? Stando alle nuove regole della Consob, quando presenta un coefficiente “K” pari ad almeno 0,3. Esso è dato dal rapporto tra il prezzo teorico del titolo dopo lo stacco del diritto e quello del titolo prima dello stacco, ovvero vigente alla chiusura dell’ultimo giorno di negoziazione pre-aumento.

Dunque, il primo giorno di esercizio dell’aumento di capitale si potranno acquistare i diritti di opzione sul mercato. Lo stesso giorno, saranno vendute azioni per un numero pari a quello derivante dell’esercizio dei diritti. Il terzo giorno dell’aumento saranno esercitati i diritti di opzione acquistati il primo giorno e si riceveranno le nuove azioni. Sempre nel corso del terzo giorno saranno utilizzate le azioni appena emesse per soddisfare gli obblighi di consegna, generati dalle vendite avvenute durante il primo giorno.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Investimento, News Risparmio, Investimenti, Trading