Affrontare gli imprevisti della vita: polizze, depositi bancari e previdenza complementare

Risparmiare è il primo passo per affrontare gli imprevisti futuri e poi Polizze, depositi bancari e previdenza complementare.

di , pubblicato il
migliori conti correnti

Tutti nella vita possono andare incontro a degli imprevisti, a degli eventi non attesi per i quali è necessario sostenere delle spese impreviste. Sarebbe opportuno, quindi, prepararsi con un certo margine di anticipo per affrontare ciò che il futuro riserverà con tanta tranquillità. Ecco allora gli strumenti più importanti che è possibile scegliere per proteggersi dalle conseguenze di eventi avversi o semplicemente per poter contare su di un piccolo gruzzoletto come la previdenza complementare, le polizze e i depositi bancari.

Risparmiare è il primo passo per affrontare gli imprevisti futuri

Per affrontare ciò che potrebbe accadere nel futuro, sicuramente il primo passo sarà quello di iniziare a risparmiare una cifretta fin da ora. Un piccolo risparmio portato avanti con continuità, infatti, permetterà di avere dopo qualche anno una piccola e discreta sommetta grazie alla quale sarà possibile far fronte ad un evento inatteso.

In ogni caso per fra fronte agli imprevisti della vita si potrà ricorrere a strumenti bancari, finanziari, assicurativi e previdenziali. Ognuno avrà le sue specifiche caratteristiche, il proprio profilo fiscale e costo per cui si dovrà valutare con la massima attenzione quale scegliere in base alle proprie esigenze.

Polizze, depositi bancari e previdenza complementare

Chi vuole risparmiare una piccola cifra quotidianamente potrà scegliere i depositi bancari o degli strumenti facilmente liquidabili grazie ai quali si potrà accedere al proprio denaro in maniera molto veloce.

Qualora ci si voglia proteggere da eventi esterni, si potranno sottoscrivere le “polizze infortuni” o quelle “malattia” grazie alle quali si avrà il rimborso spese sanitarie, la possibilità di essere ricoverati presso una casa di cura e un supporto economico nei giorni in cui non si potrà lavorare.

Qualora, invece, ci si voglia proteggere dai grandi eventi atmosferici ci si potrà affidare ad una polizza “abitazione” per tutelare in questo modo la propria abitazione da eventi imprevisti.

Si potranno anche contrarre delle polizze r.c auto con coperture accessorie per viaggiare in auto con la massima tranquillità. Ricordiamo che, oltre a quella di incendio e furto, c’è anche la polizza infortuni del conducente nonché la kasko che compre tutti quanti i danni causati dal veicolo mentre circola. E ancora, per tutelare le persone care nel caso in cui l’unica fonte di reddito primaria di tutta la famiglia venga a mancare, si potrà stipulare una polizza “caso morte”.

Infine anche la previdenza complementare sarà un valido aiuto per il futuro in quanto si potrà chiedere che venga anticipata una parte del capitale che si è accumulato. Nel caso di licenziamento, di dimissione, di mobilità, di invalidità permanente, cassa integrazione ordinaria o straordinaria o morte, infine, sarà possibile chiedere in parte o tutto il capitale che si è accumulato.

Leggete anche: Come risparmiare sull’affitto di casa: alcuni consigli utili, dalla normativa alla vita quotidiana

[email protected]

Argomenti: ,