Abbonamento Tim Vision con Dazn: via libera dell’Antitrust ma cosa cambia dal 1° settembre e dal 31 ottobre?

L'Antitrust dà il via libera all'abbonamento Tim Vision con Dazn: ecco allora cosa cambia dal 1° settembre e dal 31 ottobre 2021.

di , pubblicato il
tim vision dazn

L’Antitrust ha dato il suo via libera all’accordo tra Tim e Dazn sul calcio. L’abbonamento Tim Vision con Dazn ha quindi convinto il Garante a non prendere delle misure urgenti cautelari perché si potrà fruire dei contenuti Dazn sulla piattaforma Tim anche senza la necessità di sottoscrivere un abbonamento con Tim. Dazn conserverà poi la libertà di applicare tutti gli sconti e le promozioni che meglio crede ed inoltre creerà un canale in digitale terrestre per gli utenti che vivono nelle zone bianche. Parliamo di coloro che abitano in luoghi dove l’accesso alla banda larga è limitato. Ecco maggiori informazioni in merito e cosa cambia dal 1° settembre e dal 31 ottobre 2021.

Abbonamento Tim Vision con Dazn e nelle aree bianche che succede?

Dazn predisporrà una soluzione di back-up in digitale terrestre per chi abita nelle zone bianche. In tali luoghi la piattaforma dello sport in streaming offrirà un suo decoder per la visione a pagamento mediante digitale terrestre. Tale decoder però, permetterebbe soltanto la visione di 1 canale sul digitale per cui nel caso ci siano più incontri alla stessa ora ne sarà disponibile soltanto uno. All’inizio sarà Tim a fornire il decoder a Dazn e ciò a partire dal 10 agosto e fino (si crede) a dicembre 2022. Intanto il servizio in streaming di eventi sportivi comunica che tutti coloro che hanno l’app Dazn potranno fruire del servizio a prescindere dal loro operatore di appartenenza.

Dazn era già libera, come detto, di effettuare promozioni e vendere il calcio ad altre aziende come Google, Amazon e Apple. Tim, invece, ora venderà il servizio Tim Vision con decoder ed il calcio di Dazn anche ai clienti di altri operatori tlc. Questi ultimi, quindi, potranno accedere ai contenuti di Tim Vision e al calcio della Serie A, Europa League e tanto altro senza dover per forza sottoscrivere il contratto Tim rete fissa. Costoro, dal 1° settembre riceveranno una sim card della Tim soltanto per visionare i contenuti senza diventare quindi clienti.

Cosa cambia dal 1° settembre e dal 31 ottobre per l’abbonamento 

Dal 1° settembre, poi, l’abbonamento Tim Vision con Dazn si potrà sottoscrivere anche mediante sito Tim. Adesso la possibilità viene data soltanto a chi è cliente Tim rete fissa e mobile. Effettuata la sottoscrizione online, però, i clienti di altri operatori dovranno comunque recarsi nei punti vendita Tim per ritirare il decoder ed attivare l’offerta. Ciò senza acquistare la sim card di Tim.

L’Antitrust comunica però che dal 31 ottobre sia i clienti Tim che quelli di altri operatori che acquisteranno i servizi Tim Vision con Dazn non dovranno recarsi nei punti vendita Tim. Potranno fruire quindi delle medesime modalità dei clienti Tim.
Ricapitolando: si avrà la possibilità di acquistare le partite senza per forza sottoscrivere il contratto di rete fissa Tim. Chi ha invece sia la rete fissa che l’abbonamento allo sport potrà anche decidere di rinunciare al primo senza perdere il secondo. E proprio grazie a queste ultime modifiche, per l’Antitrustm non si produrrà un danno grave alla concorrenza. I consumatori, infatti, potranno scegliere tra le diverse alternative disponibili quale preferiscono.

Leggi anche:  Disdetta offerta Tim Vision con Dazn e solo Dazn: come funziona, ci sono vincoli?
[email protected]

Argomenti: ,