Obbligazioni in euro Saipem 3,375% 2026 ai raggi X e il giudizio degli analisti

Nuove obbligazioni in euro Saipem 2026 (Isin: XS2202907510). Caratteristiche e rendimento dei nuovi titoli petroliferi italiani.

di , pubblicato il
Nuove obbligazioni in euro Saipem 2026 (Isin: XS2202907510). Caratteristiche e rendimento dei nuovi titoli petroliferi italiani.

Saipem si appresta ad esordire sul mercato EuroTLX con una nuova obbligazione in euro da 500 milioni. Il nuovo bond, collocato giorni fa presso alla borsa del Lussemburgo, potrà quindi essere negoziato anche in Italia.

Si tratta di una obbligazione senior emessa dalla nota compagnia energetica italiana operante nel settore dei servizi per il settore petrolifero con una size da mezzo miliardo di euro. Le obbligazioni sono state emesse da Saipem Finance International B.V. nell’ambito del Programma EMTN (Euro Medium Term Note Programme).

Obbligazioni Saipem 3,375%luglio 2026

L’emissione – spiega una nota – ha un controvalore di 500 milioni di euro, paga interessi a tasso fisso pari al 3,375% e ha scadenza il 15 luglio 2026. L’obbligazione senior unsecured è stata collocata presso investitori istituzionali in Italia, Francia, Germania e Regno Unito e ha un taglio minimo negoziabile di 100.000 euro nominali con multipli aggiuntivi di 1.000 sulla borsa del Lussemburgo, mentre su EuroTLX è negoziabile con multipli aggiuntivi di 100.000 euro. In fase di collocamento – spiega una nota di Saipem – sono stati raccolti ordini pari a 2,51 miliardi di euro, oltre 5 volte l’offerta, da una base altamente diversificata di centinaia di investitori istituzionali internazionali. I termini dell’emissione dei Nuovi Titoli sono i seguenti:

  • Emittente: Saipem Finance International B.V.
  • Codice Isin: XS2202907510
  • Rating previsto per l’emissione: “BB+” da S&P e “Ba1” da Moody’s
  • Importo: 500.000.000 euro
  • Data di lancio: 7 luglio 2020
  • Data di Regolamento: 15 luglio 2020
  • Scadenza: 15 luglio 2026
  • Cedola: 3,375% p.a. pagabile annualmente in via posticipata
  • Regime fiscale: 26%
  • Data di stacco della prima cedola: 15 luglio 2021
  • Prezzo di emissione: 100%
  • Quotazione: Borsa di Lussemburgo, EuroTLX

Saipem

Saipem è una società leader nelle attività di ingegneria, di perforazione e di realizzazione di grandi progetti nei settori dell’energia e delle infrastrutture. È una one company organizzata in cinque divisioni di business (E&C Offshore, E&C Onshore, Drilling Offshore, Drilling Onshore, XSIGHT dedicata all’ingegneria concettuale). Saipem è un global solution provider che, con capacità e competenze distintive e asset ad alto contenuto tecnologico, individua soluzioni mirate a soddisfare le esigenze dei propri clienti. Quotata alla Borsa di Milano, è presente in più di 70 paesi del mondo e impiega 35mila dipendenti di 120 diverse nazionalità.

Saipem, il giudizio degli analisti

Saipem opera in un settore fortemente stressato dalla recente crisi energetica che ha visto le quotazioni del petrolio crollare letteralmente quest’anno. Gli analisti prevedono un lento recupero delle quotazioni del prezzo del greggio nella seconda parte del 2020, cosa che dovrebbe riportare un po’ di ottimismo anche per Saipem, il cui titolo azionario è vicino ai minimi dello scorso emse di marzo. Riguardo al bond, gli analisti di Equita Sim evidenziano che con questa operazione Saipem diversifica le proprie fonti di finanziamento, rifinanziando una parte del debito obbligazionario rimborsato lo scorso marzo (cedola 3%), estendendo la durata del debito ad un costo leggermente superiore rispetto alla media delle obbligazioni attualmente outstanding (pari a circa il 3%). Dello stesso avviso anche gli esperti di Kepler Cheuvreux che mettono l’accento sul recente contratto ottenuto da Petrobras per l’installazione di un sistema sottomarino basato su riser rigidi relativo al progetto del campo pre-salt di Buzios, ad una profonditá compresa tra 1537 e 2190 metri, al largo delle coste dello stato di Rio de Janeiro. “La dinamica della raccolta ordini resta solida nelle attività di E&C, mentre il contesto del drilling sta soffrendo“, sottolineano gli analisti. Secondo gli esperti di Equita Sim la notizia è positiva visto che il contratto rappresenta l’4% della stima di raccolta ordini E&C degli analisti per il 2020 e il 10% della divisione E&C offshore. Con questo contratto la raccolta ordini E&C annunciata da inizio anno raggiunge 4,5 miliardi rispetto ad una stima 2020 di Equita di 6,3 mld.

Argomenti: ,