Interessi oltre il 5% con le banche russe

Le obbligazioni in dollari Sberbank e Russian Agricultural Bank offrono ritorni superiori a quelle delle banche italiane. Il rischio che si corre è uguale

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Le obbligazioni in dollari Sberbank e Russian Agricultural Bank offrono ritorni superiori a quelle delle banche italiane. Il rischio che si corre è uguale

Fra le obbligazioni bancarie che offrono rendimenti sopra la media, quelle russe sono migliori di quelle italiane. Questo non significa che le banche russe siano meno sicure, come verrebbe da pensare, ma stando alle indicazione delle agenzie di rating che assegnano analogo livello di rischio, vale la pena fare alcune riflessioni. Soprattutto in momento in cui il livello delle sofferenze bancarie italiane ha raggiunto un nuovo record e viene sottovalutato dagli analisti. A fine 2013 – osserva l’ABI – le sofferenze bancarie lorde hanno sfiorato la cifra record di 156 miliardi di euro, ai livelli massimi dal 1999. A fine anno è aumentato anche il rapporto tra sofferenze lorde e prestiti, che a dicembre è salito all’8,1%, valore che raggiunge il 14% per i piccoli operatori economici. Viceversa, secondo i periodici finanziari “The Banker” e “Brand Finance”, il valore delle banche russe sta crescendo più di quelle europee. Il valore totale dei brand di Sberbank, VTB, Bank of Moscow, Rosbank, Nomos-bank, Uralsib, TransCreditBank e Vozrozhdenie Bank ha raggiunto i 19,5 miliardi di dollari. Il brand bancario russo più caro è quello di Sberbank.

 

Obbligazioni in dollari Sberbank Capital 5,50% 2024

 

Sberbank

Per chi volesse diversificare i propri investimenti, quindi, le obbligazioni Sberbank sono sicuramente fra quelle più “sicure” nel panorama bancario russo. Recentemente Sberbank ha collocato sul mercato dei capitali un bond decennale da 1 miliardo di dollari offrendo agli investitori istituzionali, in fase di sottoscrizione, un rendimento del 5,50% fino al 2024. L’obbligazione (Isin XS1032750165) non è subordinata e paga una cedola fissa del 5,50% su base semestrale il 13 febbraio e il 13 agosto di ogni anno. Collocata da Bank of America Merrill Lynch, Credit Suisse, Deutsche Bank e dalla stessa Sberbank, l’obbligazione è quotata sul mercato obbligazionario irlandese e negoziabile per importi minimi di 200.000 dollari con multipli aggiuntivi di 1.000. Attualmente il rendimento a scadenza è intorno al 5,62% considerando che il prezzo medio è intorno a 99,50. Il rating assegnato da Fitch è BBB, mentre per Moody’s è Baa1 con outlook stabile.

 

Sberbank possiede quasi un terzo delle ricchezze della Russia

 

Sberbank è la più grande banca della Russia, la seconda in Europa e la 13esima al mondo. Possiede quasi un terzo degli aggregati bancari ed è la maggiore depositaria della Federazione. [fumettoforumright]Sberbank è controllata al 50% dalla Banca Centrale di Mosca, ha 18 mila agenzie, più di 110 milioni di clienti individuali e 1 milione di clienti corporate in 20 paesi al mondo. Nel 2012 la banca ha notevolmente incrementato i suoi attivi: ha acquisito l’austriaca VBI e la turca Denizbank e ha completato la fusione del settore investimenti sulla base di Trojka Dialog. Nel settembre 2012 la rivista The Economist ha proclamato Sberbank seconda società dopo Apple nella classifica del rendimento azionario degli ultimi 10 anni. Per ogni 100 dollari investiti in Sberbank 10 anni fa il suo principale azionista, Bank Rossii, ha guadagnato 3.700 dollari, ha dichiarato il Presidente Vladimir Putin.

 

Obbligazioni Russian Agricultural Bank Capital 5,10% 2018

 

russian agriculture

Fra le obbligazioni bancarie russe, segnaliamo, però, anche quella recentemente emessa dalla Russian Agricultural Bank (RusAg) negoziabile per tagli più popolari, da 1.000 dollari. L’istituto di credito nato nel 2000 e controllato direttamente dallo Stato si occupa principalmente dello sviluppo delle attività industriali agricole della Russia. Decisamente più piccola e meno internazionalizzata di Sberbank, RusAg ha un bacino di utenza costituito da circa 2 milioni di clienti, per lo più società dedite alle attività agricole della Federazione. L’obbligazione appena emessa è da 700 milioni di dollari (Isin XS1037940993) e offre una cedola fissa del 5,10% per quattro anni, pagabile semestralmente il 25 gennaio e il 25 luglio fino al 2018. Emessa a 101,575 offre un rendimento lordo del 5,02%. Il rating assegnato da Fitch è BBB-, un gradino sotto a quello di Sberbank, mentre per Moody’s è Baa3. Il bond è stato collocato da Deutsche Bank, JP Morgan, VTB Capital ed è negoziabile presso la borsa irlandese per tagli da 1.000 dollari.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Obbligazioni bancarie, Obbligazioni High Yield, Bond in dollari USA, Ratings

I commenti sono chiusi.