Iccrea Banca lancia bond da 500 milioni, ma non conviene

Rendimento vicino al 2% per 5 anni e quasi doppio rispetto ai BTP, ma le tasse (26%) si mangiano gran parte dei guadagni

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Rendimento vicino al 2% per 5 anni e quasi doppio rispetto ai BTP, ma le tasse (26%) si mangiano gran parte dei guadagni

A distanza di un anno Iccrea Banca torna sul mercato obbligazionario. Approfittando dei tassi d’interesse a “zero” sui mercati, il gruppo bancario italiano, che fornisce in esclusiva prodotti e servizi alle oltre 400 Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali (BCC-CR), ha rastrellato sul mercato 500 milioni di euro. Si tratta di un’emissione senior destinata a investitori istituzionali che si colloca al di fuori della ordinaria politica di raccolta di Iccrea Banca che ha adottato un programma di emissione a medio e lungo termine e tramite la quale si è  assicurata la possibilità di emettere obbligazioni destinate alla clientela al dettaglio delle Banche di Credito Cooperativo.   Obbligazioni Iccrea Banca 1,875% 2019    Il nuovo bond Iccrea emesso in settimana ha superato di 1,4 volte l’offerta benchmark della banca con investitori istituzionali italiani e stranieri che hanno risposto puntuali all’offerta. Iccrea Banca, dopo un giorno di incontri con gli investitori sulla piazza di Milano, ha così collocato un’emissione “senior unsecured” a tasso fisso della durata di 5 anni (Isin XS1143070503). La cedola annuale è stata determinata al 1,875% lordo fino al 25 Novembre 2019 e il prezzo di emissione è stato fissato a 99,542 per un rendimento lordo a scadenza che sfiora il 2%. Il titolo, che sarà presto quotato alla borsa del Lussemburgo, è ora negoziabile intorno alla pari per importi minimi di 100.000 euro con multipli aggiuntivi di 1.000 sul mercato non regolamentato Otc (over the counter). A curare il collocamento del bond è stato un pool di banche composto da Citi, Commerzbank, Credit Agricole, Mediobanca e dalla stessa Iccrea. L’emittente vanta come rating BBB da parte di Fitch e BB+ da S&P (entrambi con outlook negativo). Rispetto al BTP 4,25% settembre 2019, il bond di Iccrea Banca rende quasi il doppio, ma bisogna tenere presente che il rating di Iccrea è di un noch più basso e l’incidenza sulla tassazione degli interessi in maturazione è maggiore (26%) rispetto a quella del titolo di stato (12,50%).  

Iccrea Banca, una realtà relativamente giovane ma con radici molto profonde

  [fumettoforumright]Il Gruppo bancario Iccrea è operativo dal 1995, con la costituzione di Iccrea Holding S.p.A., la Capogruppo che detiene le quote di maggioranza delle altre Società controllate. Il nome deriva da una delle principali Società del Gruppo, Iccrea Banca (dove I.C.C.R.E.A. è l’acronimo di Istituto Centrale delle Casse Rurali ed Artigiane), Società nata nel 1963 con lo scopo di essere la “Banca delle Banche”, assistendo le allora Casse Rurali ed Artigiane nello svolgimento delle funzioni creditizie e finanziarie. Nel corso degli anni sono poi sorte altre realtà imprenditoriali che dal 1995 hanno dato vita al Gruppo bancario Iccrea. Iccrea Banca è costituita da un insieme di società che forniscono in esclusiva prodotti e servizi alle oltre 400 Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali (BCC-CR) presenti in Italia. Le società del Gruppo Iccrea non si limitano ad essere fornitori di strumenti finanziari evoluti, di prodotti per la gestione del risparmio e per la previdenza assicurativa, di soluzioni per il credito alle piccole e medie imprese e di finanza straordinaria; quello che maggiormente sta a cuore al Gruppo è essere un partner proattivo per ciascuna banca di Credito Cooperativo. Le società del Gruppo bancario Iccrea sono controllate da Iccrea Holding, il cui capitale è a sua volta detenuto dalle BCC-CR. Con la loro attività le Società del Gruppo sono vicine alle esigenze delle BCC-CR che sono fortemente radicate nei loro territori e per questo di reale supporto a coloro che lì vivono e lavorano. La missione delle Società è supportare le BCC-CR, aiutandole a potenziare il loro posizionamento sul mercato locale, ad essere efficienti e competitive, a massimizzare il valore aggiunto di Banca al servizio dello sviluppo economico locale.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Obbligazioni bancarie, Banche Credito Coop., Ratings