Vaccini e no vax, chi è che non si sta vaccinando in Italia, ecco le fasce d’età più ribelli

I vaccinati e non vaccinati per fasce d'età.

di , pubblicato il
Super Green psss

Finché non ci sarà l’obbligatorietà, non si può certo parlare di azione illegale. I vaccini contro il Covid sono una libera scelta, e anche i no vax, tutto sommato, non trasgrediscono alcuna regola se decidono di dribblare questo specifico vaccino, a patto naturalmente che siano rispettosi delle regole dell’attuale Green Pass, ossia tampone per partecipare agli eventi dove è richiesto. Ma quali sono al momento in Italia le fasce d’età che, per una ragione o per un’altra, stanno resistendo di più alla chiamata vaccinale?

Vaccini, fasce d’età meno vaccinate

In Italia, il vaccino è previsto per gli over 12, i più piccoli di questa età non dovranno farlo e per loro non è richiesto quindi il Green Pass. Ci sentiamo però di scartare anche la fascia dìetà che va dai 12 ai 19 anni, in quanto è ragionevole pensare che anche per loro la scelta sia particolarmente decisa dai genitori, i quali comunque mal digeriscono un vaccino contro una malattia, che miete vittime soprattutto tra soggetti anziani, per soggetti così giovani. Vediamo quindi com’è la situazione dai 20 anni in su, e sono coloro che poi in fondo più partecipano della vita sociale del paese.

In linea generale, cioè a livello nazionale, il 66,3% della popolazione ha completato il ciclo vaccinale, escludendo gli over 12 si arriva al 73,6%. Il 7,1% degli italiani però è già in attesa della seconda dose, quindi i numeri sono sulla buona strada. Chi è che invece sta facendo ostruzionismo? Come detto, la fascia dai 12 ai 19 sarebbe da interpretare, il 36,11% non si è sottoposto a iniezione, il che comunque ci dice che oltre il 60% dei ragazzi ha fatto il vaccino. Vediamo però quelle che sono le fasce più interessanti e dove il vaccino è maggiormente richiesto.

Vaccini anti Covid, chi non si sta vaccinando?

Dai dati risulta che col salire dell’età scende il numero di non vaccinati. L’unica variante è la fascia tra i 20 e i 29 anni, in questa solo il 21% dei giovani non si è vaccinato. In questo caso naturalmente il Green Pass ha influiti parecchio, sono la fascia d’età più attiva a livello mondano, quindi facile capire che sia stato il rischio di restrizioni a spingerli verso la vaccinazione. Tra i 30 e i 39 anni infatti ben il 26% dei cittadini non ha  ancora fatto nemmeno una dose. È la percentuale più alta di non vaccinati se si esclude la prima, quella 12-19. Tra i 40 e i 49 anni i non vaccinati sono il 23,44%, mentre tra i 50 e i 59 sono il 16,90%.

Arriviamo poi a una fascia davvero critica, e qui non capiamo come sia possibile che la percentuale sia ancora così alta. Tra i 60 e i 69 anni infatti i no vax sono l,11,75%. Quindi più di un over 60 su 10 non si è ancora vaccinato, un numero inquietante. Risultato sostanzialmente simile anche nella fascia 70-79 con l’8,29% di no vax. Nella fascia 80-89 invece si scende al 4,69%, infine per gli over 90 solo lo 0,86% non si è vaccinato.

Potrebbe interessarti anche Ricoveri Covid e terapie intensive, la situazione regione per regione, ecco quelle messe peggio

Argomenti: ,