Pig butchering, è allarme per la nuova truffa che arriva dalla Cina e ruba davvero tutto

Truffe online, Pig butchering: è allarme per l'inganno che deruba di tutti i soldi le vittime.

di , pubblicato il
Truffa

Non c’è pace per gli utenti che rimangono sempre più spesso vittime di truffe online. Da tempo arrivano continuamente segnalazioni da parte di utenti che dicono di aver ricevuto finte email o messaggi di testo da parte del corriere Bartolini, o altri corrieri, che comunicano la necessità di sbloccare il pacco. Ovviamente si tratta di una truffa. E questa è solo una delle tante che stanno dando non poco filo da torcere alle persone.

Dalla Cina, infatti, ora è allarme “Pig butchering”, una nuova truffa digitale che mira a rubare tutti i soldi attraverso delle chat. Spesso e volentieri questa trappola usa le criptovalute. Nel corso dei mesi abbiamo capito che ormai i criminali che ideano questi imbrogli usano dei mezzi sempre più sofisticati e riescono ad assomigliare sempre di più al vero mittente del messaggio. In questo modo è più facile cadere nel tranello. Ma come funziona, invece, questo raggiro che arriva dalla Cina?

Truffe online, Pig butchering: è allarme per l’inganno che deruba di tutti i soldi le vittime

Il Pig butchering consiste nel creare un rapporto di fiducia tra le vittime e il truffatore, spesso avviene tramite Sms, ma anche tramite App di dating e social.

Il truffatore, dunque, cerca di instaurare un rapporto di fiducia con la vittima, spingendola ad investire del denaro. La piattaforma sulla quale si fa affidamento, all’inizio, sembra sicura, la vittima riesce persino a guadagnare qualcosa, quindi si affida sempre di più a questa persona per cercare di allargare le proprie competenze ottenere  sempre di più. In questo modo continuerà ad investire denaro, ma quando ne avrà investito abbastanza, il truffatore chiuderà il conto e quindi la vittima rimarrà praticamente senza soldi.

Come riconoscerla

Molte persone rimaste vittima di questo raggiro sono anziani, ma ci sono anche fragili o persone che vorrebbero investire per guadagnare soldi sperando nel riscatto. Purtroppo, all’inizio non è facile riconoscerla, in quanto il truffatore per settimane o mesi cerca di instaurare un vero e proprio rapporto amichevole. La proposta di investimento arriva solo dopo molte conversazioni e così la vittima non pensa affatto che possa trattarsi di un raggiro. I criminali inviano anche vocali, video e immagini che rendono il rapporto con il malcapitato sempre più reale e quindi difficile da scovare.

Negli Stati Uniti sono arrivate più di 4mila segnalazioni di persone rimaste senza niente a causa di questo raggiro per 429 milioni di dollari rubati. Cosa fare, quindi, per non cadere nell’inganno? Prima di tutto non condividere mai numeri di conti e carte di credito con sconosciuti o persone che si sono conosciute online. Anche se si instaura un rapporto apparentemente di fiducia con una persona, dal momento che chiede di investire denaro o condividere conti e carte, è assolutamente necessario diffidare. Piuttosto, è meglio avvertire la polizia postale qualora arrivi una certa richiesta di investimento.

Argomenti: ,