Sciopero generale 2 dicembre 2022: stop Trenitalia, Trenord, Italo, scuola, sanità, mezzi pubblici e settore aereo

Stop mezzi pubblici, settore aereo, scuola, sanità, Inps, Trenitalia, Trenord e Italo Treno per lo sciopero nazionale generale del 2 dicembre: ecco cosa sappiamo fino ad ora.

di , pubblicato il
Sciopero nazionale generale del 2 dicembre 2022.

Per la giornata di venerdì ovvero per il prossimo 2 dicembre 2022 è stato indetto uno sciopero nazionale generale che coinvolgerà tutte le categorie, sia quelle pubbliche che le private. Interesserà inoltre anche settori come la sanità e la scuola nonché i trasporti, dai treni, bus, metro fino agli aerei. Le modalità e gli orari saranno diversi da città a città.

Tra le sigle sindacali che hanno indetto lo sciopero per il quale i cittadini avranno grossi problemi riguardanti la circolazione non solo la circolazione, ci sono Sgc, Al-Cobas, Lmo, Soa, Adl Varese, Cib-Unicobas, Cobas Sardegna, Conf. Cobas, Cub, Sgb, Si-Cobas, Usb, Usi-Cit e Usi Unione sindacale italiana.

I motivi della mobilitazione sono diversi. I Cobas, ad esempio, chiedono il rinnovo dei contratti nonché l’adeguamento del salario al costo della vita con “recupero dell’inflazione reale”.

Chiedono inoltre che venga introdotto il salario minimo di 12 euro e degli interventi affinché si regolamentino i costi dell’energia nonché quello dei beni primari.

Inoltre tra le richieste c’è anche quella di bloccare le spese militari e utilizzare quel denaro per investire nella scuola e nella sanità pubblica, nei trasporti e nel salario minimo garantito a sottoccupati/disoccupati.

Detto ciò, ecco cosa sappiamo al momento dello sciopero generale nazionale del 2 dicembre.

Trenitalia, Italo e Trenord

Si legge sul sito della Rete Ferroviaria Italiana che dal 1° dicembre al 2 dicembre ci sarà uno sciopero Fs Italiane, Trenord e Italo Treno. Esattamente, dalle ore 21 del 1° dicembre alle ore 21 del 2 dicembre. Inoltre lo sciopero generale potrebbe comportare anche delle modifiche al servizio prima dell’inizio e della conclusione della mobilitazione.

Nella nota di Trenitalia, si legge che non saranno previste delle modifiche alla circolazione dei treni a lunga percorrenza.

Per i treni regionali, invece, saranno garantiti i servizi essenziali previsti in caso di sciopero nei giorni feriali dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21. In più i servizi bus programmati potrebbero subire delle variazioni o della cancellazioni ma anche in questo caso saranno garantite le fasce protette negli orari su indicati.

C’è anche una nota di Trenord nella quale si parla di fasce garantite negli orari appena indicati. L’azienda precisa inoltre che nella giornata del 1° dicembre, i treni in partenza prima delle 21 con orario previsto entro le 22, arriveranno a destinazione. Per quanto riguarda, invece, il solo servizio aeroportuale MalpensaExpress, nel caso i treni non funzionino, ci saranno autobus sostitutivi no-stop senza fermate intermedie. Esattamente tra Milano Cadorna e Malpensa Aeroporto e tra Stabio e Malpensa Aeroporto. Anche i servizi bus programmati potrebbero subire variazioni o cancellazioni.

Lo sciopero generale del 2 dicembre riguarderà anche Italo Treno e la fascia oraria sarà dal 1° dicembre alle 21 alle 21del giorno successivo. Sulla pagina ufficiale, si potrà consultare la lista dei treni garantiti.

Scuola, sanità, Inps, trasporto aereo e mezzi pubblici

Interesserà anche la scuola e la sanità, lo sciopero generale del 2 dicembre. In merito a quest’ultima categoria, uno dei motivi della mobilitazione è che la legge di bilancio in approvazione, ha destinato alla sanità soltanto delle briciole. Esse, però, non saranno sufficienti a coprire i rincari energetici e nemmeno a coprire il deficit accumulato dalle regioni per le spese maggiori durante la pandemia. La situazione è critica, spiegano le sigle sindacali, se la sanità pubblica muore, muore anche il diritto alla salute.

Ci sono anche i lavoratori Inps che potrebbero partecipare allo sciopero generale nazionale del 2 dicembre per cui potrebbero verificarsi disagi causati dalla ridotta attività. Anche l’Enac comunica che ci sarà lo sciopero del trasporto aereo per 24 ore al quale parteciperà anche il personale della Vueling. Ci saranno però le fasce garantite dalle 7 alle 10 e dalle 18 alle 21, tutti i dettagli si troveranno sul sito dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile.

Ovviamente lo sciopero generale del 2 dicembre riguarderà anche i mezzi pubblici. È comunicato sul sito dell’Atac che non sarà garantito il servizio delle linee bus notturne la cui denominazione inizia per “n”. Per la giornata del 2 saranno garantite le corse dell’intera rete da inizio servizio fino alle 8.30 e poi dalle 17 alle 20, controllare sul sito dell’Atac e della società Roma Tpl per i dettagli.

Le linee Atm di Milano, esattamente le funicolari, saranno garantite per l’intera giornata. Potrebbero esserci delle conseguenze sul servizio dopo le 18 mentre tram, bus e filobus potrebbero non essere garantiti dalle 8.45 alle 15 e dopo le 18. Infine per quanto concerne la funicolare Como-Brunate, potrebbero esserci problemi dalle 830 alle 16.30 e dalle 19.30 a fine servizio.

Chiudiamo con la città di Napoli, dove ci sarà lo sciopero Eav e quello Anm. Per quanto riguarda le funicolari, l’ultima corsa del mattino garantita sarà alle ore 9.20 mentre il servizio riprenderà con la prima corsa pomeridiana delle ore 17. L’ultima corsa pomeridiana sarà alle 19.50. per quanto concerne la linea metropolitana 1, invece, l’ultima corsa del mattino ci sarà da Piscinola alle 9.12 e da Garibaldi alle 9.16. Il servizio riprenderà con la prima corsa pomeridiana da Piscinola alle ore 17.12 e da Garibaldi alle 17.52. L’ultima corsa pomeridiana garantita da Piscinola sarà alle 19.36 e da Garibaldi alle 19.40.

Per tutte le informazioni più dettagliate, consultare le pagine ufficiali delle diverse aziende di trasporto.

[email protected]

Argomenti: ,