Ritorno alla normalità dopo il covid e immunità di gregge: le previsioni

Le prime previsioni sul ritorno alla normalità dopo il covid.

di , pubblicato il
Quando torneremo alla normalità

La fine della pandemia arriverà solo a fine agosto o comunque alla fine dell’estate. E’ questa la previsione ottimistica di Andrea Crisanti, direttore del Laboratorio di Microbiologia e Virologia dell’azienda ospedaliera di Padova, intervenuto al programma Agorà, su Rai Tre.

Inizio della normalità a partire dalla fine dell’estate

L’immunità di gregge dovrebbe arrivare tra agosto e settembre in base ai dati degli esperti, questo significa che alcune restrizioni potranno finalmente essere eliminate. Crisanti ha sottolineato che sarà difficile eliminare il virus, ormai radicato, ma si dovrà puntare almeno al controllo e all’abbattimento della letalità:

“L’allarme sociale della pandemia è legato al numero dei morti, quindi se si riesce a diminuire la letalità sicuramente riusciamo a riportare questa malattia in un perimetro accettabile da un punto di vista sociale”

Sarà altrettanto importante controllare l’evoluzione delle varianti, anche se i vaccini sembrano proteggere dalle forme più gravi, c’è sempre la possibilità di una evoluzione del virus. I mesi estivi, in particolare la fine dell’estate, saranno quindi davvero importanti perché il vero calo dei contagi arriverà quando saranno vaccinati quasi tutti gli over 65 e si arriverà ad un punto di equilibrio.

Ancora mesi per tornare alla vita di un tempo

Intanto la campagna vaccinale corre, con qualche ritardo sulle dosi consegnati, ma sulla tabella di marcia c’è la volontà di vaccinare gran parte dei cittadini europei entro l’autunno. Questo significa che proprio a cavallo dell’estate aumenteranno i vaccini e le dosi e ci sarà la possibilità di procedere alla vaccinazione di gran parte della popolazione over 50. Molto probabilmente a partire da luglio, inizieranno anche i vaccini per le persone con meno di 50 anni, motivo per cui è facile immaginare un drastico calo dei contagi e di conseguenza la tanto sognata immunità che ci permetterà di tornare a vivere.

Vedi anche: Coronavirus in Italia al 30 marzo, tasso di positività sale all’8,2%

[email protected]

Argomenti: , ,