Prezzi biglietti aerei più cari decollano, cosa c’entrano la Guerra in Ucraina e rincari carburanti

Prezzi biglietti aerei più cari, cosa c'entra la Guerra in Ucraina e cosa cambia.

di , pubblicato il
Prezzi biglietti voli aerei bagagli smarriti

La Guerra tra Russia e Ucraina e l’aumento dei prezzi di benzina, diesel e dei vari carburanti avrà come conseguenza anche il rincaro dei biglietti dei voli aerei.

Prezzi biglietti aerei più cari, cosa c’entra la Guerra in Ucraina e cosa cambia

La prossima stagione sarebbe dovuta essere quella della ripresa del turismo dopo due anni di pandemia e gravi danni per il settore aereo, colpito da cancellazioni e pesanti conseguenze sul fronte economico. Il conflitto in Ucraina e l’aumento folle dei prezzi che riguardano in primis i carburanti, ma anche altri prodotti, rischiano di mandare tutto all’aria.

Prima di tutto, a causa della no fly zone sullo spazio ucraino e russo porterà le compagnie a rivedere molte rotte verso l’Asia, che subiranno allungamenti orari e di conseguenza prezzi più alti. A tutto ciò va aggiunto il blocco dei turisti che provengono dalla Russia, un mercato che vale 1,7 milioni all’anno con almeno 5,8 milioni di presenze, ma anche dall’Ucraina e dai paesi vicini come la Polonia, alle prese con la gestione dei profughi.

Il caro carburante farà aumentare i prezzi dei voli aerei

Anche il caro carburante sembra dare una spinta al mercato del turismo e in particolare al settore aereo, dove il rischio di rincari per i biglietti aerei si fa concreto. Spostarsi in generale, sia che sia in auto, che in aereo, costerà di più. Secondo Alberto Corti di Confturismo Confcommercio:

“Tra Covid, paura per la sicurezza e costi effettivi rischiamo un turismo sempre più “autocentrico” e cioè ognuno resta nel proprio Paese… E per l’Italia che attira da sempre tantissimo stranieri questo sarà sempre più un problema”

Il Jet Fuel costa 1.120 dollari per tonnellata metrica, il 90% in più rispetto ad un anno fa, un costo altissimo che non si registrava dal 2012.

L’aumento dei carburanti fa quindi diventare più cari anche i pacchetti viaggio e di fatto scoraggia i turisti che evitano di fare lunghi spostamenti. Infatti, “il volo incide fino al 35% sul costo del pacchetto viaggio dall’estero”, un costo non indifferente che si inizierà a notare tra 1 o 2 mesi quando scadranno i contratti di copertura delle compagnie e si avrà ben chiaro quanto sarà più caro viaggiare.

Vedi anche: No fly zone sull’Ucraina, cosa significa: incubo voli aerei più lunghi e prezzi più elevati, cosa cambia per chi viaggia

Argomenti: ,