Nuove etichette energetiche elettrodomestici: ecco cosa cambia da marzo

Dal 1° marzo 2021 cambiano le etichette energetiche su grandi elettrodomestici: ecco quali e le informazioni in merito.

di , pubblicato il
Nuove etichette energetiche elettrodomestici: ecco cosa cambia da marzo

A partire dal 1° marzo 2021 gli elettrodomestici grandi avranno delle nuove etichette energetiche grazie alle quali chi li acquista potrà comprendere meglio il livello di efficienza di ognuno di essi. Il cambio avviene per volere della Commissione Europea e riguarderà lavatrici, lavastoviglie, lavatrici, cantinette e frigoriferi, schermi elettronici e quindi anche tv e lampade. Ecco maggiori info in merito.

Nuova etichetta energetica per gli elettrodomestici da marzo 2021

Il cambio dell’etichetta energetica degli elettrodomestici su indicati dal 1° marzo 2021 ci sarà perché in molti casi c’è stata un’efficienza energetica inadeguata. I consumatori, infatti, non hanno compreso bene il significato di alcune etichette: basti pensare a quella A+++ del frigorifero.

In ogni caso quando ci si recherà presso una catena di vendita per effettuare l’acquisto di uno degli  elettrodomestici su indicati non si potrà fare alcun errore in quanto in ogni negozio si troverà del materiale informativo o il personale che darà informazioni.

Differenza vecchie e nuove etichette energetiche

La differenza principale tra le vecchie e nuove etichette energetiche è che queste ultime hanno una scala di valutazione che parte dalla lettera A (massima efficienza) ed arriva alla G (bassa efficienza) mentre le vecchie da A+++ (massima efficienza) a D (bassa efficienza). Per Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico) se si acquistassero davvero dei prodotti con la più alta efficienza energetica si potrebbero risparmiare in media circa 50-60 euro all’anno.

Cosa cambia da marzo 2021 per le etichette energetiche

Entro i primi 15 giorni di marzo i prodotti oggetto della nuova normativa europea dovranno avere le nuove etichette mentre gli altri potranno conservare le vecchie fino al 30 novembre 2021.

Un’altra novità ci sarà a partire da marzo 2024: non si potranno più vendere prodotti di classe G ed altri di classe F in quanto varierà l’indice minimo di efficienza energetica. In più verrà introdotto un codice QR grazie al quale la fotocamera del proprio smartphone potrà accedere alle specifiche tecniche dell’apparecchio.

Potrebbe interessarti: Bonus mobili per elettrodomestici: le nuove etichette con la certificazione energetica

[email protected]

Argomenti: ,