Mascherine al chiuso 15 giugno: ecco dove servirà ancora, regole per elezioni amministrative e Maturità 2022

Mascherine al chiuso 15 giugno, come funzionerà per le Elezioni Amministrative 2022 e agli Esami di Maturità.

di , pubblicato il
Mascherine al chiuso

Dal 15 giugno l’obbligo della mascherina al chiuso dovrebbe essere tolta così come l’obbligo vaccinale per gli over 50. Il governo deciderà a giorni se stoppare l’obbligo ovunque o se come si ipotizzava sarà ancora necessaria sui mezzi di trasporto. Quasi sicuramente l’obbligo decadrà per cinema, palazzetti e teatri mentre potrebbe essere prorogata per salire su treni, aerei, mezzi pubblici. Molto probabilmente, rimarrà fortemente raccomandata in situazioni particolari di sovrafollamento nei luoghi al chiuso.

Mascherine al chiuso 15 giugno, come funzionerà per le Elezioni Amministrative 2022

E mentre si attende la decisione finale per capire le intenzioni del governo, si sono prese delle decisioni per le elezioni amministrative e il referendum del 12 giugno. Secondo una circolare del ministero dell’Interno le mascherine per i seggi elettorali non saranno obbligatorie ma fortemente raccomandate. Il capo del Dipartimento per gli Affari interni e territoriali del ministero, Claudio Sgaraglia ha scritto: «In considerazione del mutato quadro epidemiologico – si legge – l’uso delle mascherine chirurgiche è fortemente raccomandato».

Le regole per gli Esami di Maturità

Anche per gli esami di terza Media e di Maturità, che prenderanno il via il 22 giugno con lo scritto, la mascherina sarà ancora obbligatoria come ha annunciato il Viminale. Infatti, la sentenza n.7451 del Tar del Lazio, stabilisce l’obbligo di indossare le mascherine in classe fino alla fine dell’anno scolastico e per gli studenti l’uso della mascherina sarà obbligatoria fino al 31 agosto. Dal 1 settembre, con l’inizio del nuovo anno scolastico, non dovrebbero più essere obbligatorie.

Da quanto si apprende, però, mentre saranno sicuramente obbligatorie per gli scritti, per gli orali potrebbero non esserlo. All’Ansa, Cristina Costarelli, presidente Anp (Associazione nazionale dirigenti e alte professionalità della scuola) Lazio ha fatto sapere che:

“Per gli scritti è una questione di rispetto indossare una mascherina chirurgica anche rispetto a chi ha fragilità per gli orali è un falso problema: il candidato sarà a due metri di distanza dalla commissione.

Non abbiamo un nuovo protocollo anti-Covid sugli esami. Il candidato è dunque autorizzato mentre parla a non indossare la mascherina. Attendiamo indicazioni scritte”.

Argomenti: ,