Influenza 2019 e quella senza febbre, i bambini i più colpiti: ecco i sintomi, cosa fare e la durata

Ecco i sintomi, cosa fare e la durata dell'influenza 2019 e di quella senza febbre: i bambini i più colpiti.

di , pubblicato il
Ecco i sintomi, cosa fare e la durata dell'influenza 2019 e di quella senza febbre: i bambini i più colpiti.

Il picco dell’influenza 2019 si sta raggiungendo in questi giorni ed i più colpiti risultano essere i bambini. Questi ultimi, infatti, sono quelli che si ammalano di più e diffondono la malattia. Nelle scuole e negli asili circa il 40% dei piccoli è a casa e questo sta creando notevoli disagi di gestione sia per i genitori che per la perdita di giorni a scuola. Ecco come curarsi e le info sull’influenza senza febbre.

Influenza 2019: i bambini i più contagiati

Il picco dell’influenza durerà fino alla metà di febbraio. Poi finalmente comincerà la discesa. Chi non è vaccinato potrà ancora farlo ma si rischierà in questo modo di diventerà immuni alla malattia quando questa sarà in fase calante. Per quanto concerne i soggetti non a rischio, invece, come spiega Luciano Mansini specialista di ematologia, pediatria e medicina interna della casa di Cura Villa Verde al quotidiano Ilrestodelcarlino, il vaccino ora potrebbe essere inutile mentre per quelli a rischio potrebbe ancora servire. Questo perché l’inverno durerà almeno fino a marzo.

Per evitare di restare a letto troppi giorni si dovrà evitare gi starnuti altrui, ci si dovrà lavare spesso le mani e bene e soprattutto vestirsi a cipolla. In quest’ultimo modo, infatti, si eviteranno gli sbalzi di temperatura. E ancora si dovrà evitare di uscire con amici ammalati mentre i bimbi influenzati dovranno restare a casa al caldo evitando così di ampliare il contagio. La miglior cura, comunque, oltre al riposo, restano gli antipiretici ovviamente se prescritti dal proprio medico.

Influenza senza febbre

L’influenza di quest’anno si può manifestare anche senza febbre ma con numerosi sintomi tra cui mal di gola, tosse, dolori articolari ma anche problemi intestinali. Un’influenza senza febbre si cura più o meno come una sindrome influenzale per cui il consiglio principale è quello di risposarsi. Quando sia ha una qualsiasi malattia, infatti, il corpo è più stressato e aggiungere altri fattori stancanti rende la guarigione più lenta. Inoltre per l’influenza e per quella senza febbre è importante restare idratati e magari aggiungere del miele alle bevande che si consumeranno. Anche mangiare leggero (come un buon brodo di pollo) aiuterà a rimettersi in forza. Ottimi saranno anche alimenti e bevande contenenti vitamina C. Infine sarà utile prendere al minimo i farmaci ed assumere degli antibiotici solo dopo aver parlato con il proprio medico.

Leggete anche: Influenza intestinale 2019 è boom: sintomi, rimedi e durata.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,