'Dopo Omicron arriva variante IHU o Camerun, che cosa sappiamo adesso

Dopo Omicron arriva la variante IHU o Camerun, che cosa sappiamo al momento del ceppo francese

Variante Camerun o IHU, che cos'è e dove è stata trovata.

di , pubblicato il
Variante Omicron 5 Italia

Dopo la variante Omicron, che solo adesso sta prendendo il sopravvento anche in Italia andando a soppiantare la Delta, è in arrivo un’altra variante trovata in Francia e già soprannominata variante Camerun o variante IHU, che presenta 46 mutazioni e sembra essere una lontana parente della Omicron.

Variante Camerun, che cos’è e dove è stata trovata

Nelle ultime ore, in Francia sono stati registrati 300mila casi, numeri mai visti, contro i 170mila registrati in Italia. Ora a preoccupare anche la nuova variante francese; per adesso sono stati identificati 12 casi, il primo è legato ad un paziente in arrivo dal Camerun, per questo motivo si pensa che questa variante possa avere origine proprio dal paese africano. I 12 casi, risalenti a dicembre, riguardano 12 pazienti di Forcalquier, nel Sud della Francia. Come scrive il Daily Mail, per adesso, non si è diffusa rapidamente e l’OMS l’ha soprannominata variante IHU oppure Camerun, riferito al fatto che il primo paziente contagiato tornava da lì.

Variante IHU contagiosa come la variante Omicron?

Al momento, in Francia è la variante Omicron ad essere diffusa maggiormente ma c’è comunque preoccupazione per questo ceppo di cui non si sa molto. Il timore è che possa essere molto contagioso come Omicron e bucare i vaccini. Sempre secondo il Daily Mail, questa variante presenterebbe la mutazione E484K, che di solito si associa ad un’elevata resistenza ai vaccini, e la mutazione N501Y, che potrebbe favorire una trasmissibilità più importante.

Nel paper si legge che la variante francese dimostra l’imprevedibilità con cui emergono le nuove varianti e il fatto che venendo dall’estero è difficile arginarle. Su Twitter, Maria Van Kerkhove, esperta OMS, ha ricordato che questa variante “è stata classificata come ‘Variante sotto monitoraggio’ (Vum) dall’agenzia Onu per la salute” ma non appare ancora nella lista dell’OMS , dove tra quelle preoccupanti figurano Alfa, Beta, Gamma, Delta e Omicron.

Secondo il virologo Tom Peacock, del Dipartimento di malattie infettive dell’Imperial College di Londra, però, visto che B.1.640.2 in realtà precede Omicron, questa variante non dovrebbe preoccupare troppo.

Vedi anche: Variante Omicron, presto 200mila casi al giorno e milioni di positivi, ma quando ci sarà il picco?

Argomenti: ,