Covid, nuove regole trasporti pubblici: che cosa cambia per treni, bus, metro, navi e taxi

Nuove regole a bordo dei treni, metro e bus per contrastare il covid.

di , pubblicato il
Covid

Cambiano le regole sui trasporti pubblici come treni, taxi, bus e navi. Per contrastare l’avanzata del covid-19 e della quarta ondata ormai sempre più preoccupante, è stata pubblicata una nuova ordinanza in cui vengono riviste le regole a bordo e firmata dal Ministro della Salute, Roberto Speranza con il ministro delle Infrastrutture e trasporti Enrico Giovannini pubblicata sul sito del Mit.

Nuove regole a bordo dei treni, metro e bus per contrastare il covid

Sui treni, nel caso di un passeggero che a bordo mostri segni legati al coronavirus, le autorità possono anche decidere di fermare il convoglio e procedere alla sanificazione. Cambiamenti anche per i taxi, dove i passeggeri non possono essere più di due se non fanno parte dello stesso nucleo familiare. Sui bus, invece, torna il bigliettaio e anche la porta vicino al conducente.
Per quanto riguarda i treni, il green pass deve essere controllato in stazione prima di salire a bordo sopratutto nelle grandi stazioni come Milano Centrale, Firenze Santa Maria Novella, Roma Termini.

Nelle altre stazioni il pass può essere controllato anche a bordo dal personale. Tra le novità, spicca la possibilità di fermare il treno nel caso in cui a bordo c’è un sospetto positivo, quindi con sintomi riconducibili al covid. In questo caso devono essere informate le autorità che decideranno o meno se fermare il treno e procedere alla sanificazione.

Cambiamenti anche su bus, tram navi e taxi

Per i taxi nell’ordinanza si legge che “i sedili posteriori non devono essere occupati da più di due passeggeri se non sono componenti dello stesso nucleo familiare”. Cambiamenti anche sui bus e tram dove torna la porta anteriore vicina al conducente, ma deve essere installato un separatore e garantire almeno un metro tra i passeggeri.

La salita e la discesa restano nella porta centrale e posteriore. Gradualmente tornerà anche il bigliettaio, attività che come si legge nell’ordinanza, “deve essere svolto in condizioni di sicurezza, garantendo al personale preposto la dotazione di mascherine chirurgiche o con più alto livello di protezione (FFP2) e dotazione di soluzione idroalcolica per la frequente igienizzazione delle mani”. Sulle navi e traghetti, invece, l’ordinanza prevede di evitare contatti tra il personale di bordo e di terra.

Vedi anche: Green Pass obbligatorio da oggi: dove si rischia il caos, trasporti, negozi, supermercati e ristoranti

Argomenti: ,