Area C a Milano si pagherà anche nel fine settimana: le novità

Area C a Milano. Tra le possibili novità il pagamento del ticket anche durante il fine settimana ma solo dal prossimo anno.

di , pubblicato il
Area b e c miilano © Pixabay

Da ottobre arriveranno delle novità molto importanti per l’Area C a Milano. Dopo le regole più stringenti per l’accesso, infatti, il Consiglio comunale sta ipotizzando di far pagare il ticket di ingresso ai non residenti anche durante il weekend.

Dal 2 ottobre a Milano parte l’Area C, che prevede anche l’aumento del ticket da 5 a 7,5 euro a partire dal 30 ottobre durante i giorni settimanali. L’idea, invece, sarebbe quella di far pagare il biglietto anche a chi non è residente durante il fine settimana ma solo dal prossimo anno. L’opposizione, però, sarebbe contraria. L’Amministrazione avrebbe effettuato delle rilevazioni, dove si nota che non risultano cali significativi di traffico durante il fine settimana. Ecco perché per disincentivare l’uso delle auto in città, il comune di Milano starebbe pensando all’introduzione di un ticket. Questo sarebbe valido per chi non risiede a Milano anche durante il weekend.

Area C a Milano si pagherà anche nel fine settimana: le novità

Dopo la notizia dei nuovi autovelox in città, dal 2 ottobre, intanto, entreranno in vigore delle regole più stringenti per l’accesso all’area C, come i divieti per gli autoveicoli per il trasporto di oggetti e per gli autobus. Dal 30 ottobre, invece, si pagherà di più il ticket d’ingresso, con la tariffa che passerà da 5 a 7,50 euro. Per i residenti passerà da 2 a 3 euro. Mentre per i residenti entro la Cerchia dei Bastioni che possono usufruire di 40 ingressi gratuiti, gli ingressi durante il fine settimana non saranno contati tra i 40.

Regole Area B

Per quanto riguarda l’Area B, invece, a partire dal 1 ottobre, dal lunedì al venerdì dalle 7,30 alle 19,30, i veicoli M3 ed N3 (ossia quelli dedicati al trasporto di persone con più di 8 posti a sedere e quelli per il trasporto delle merci) potranno circolare solo se dotati dei dispositivi di rilevamento dell’angolo cieco.

Questo rileva la presenza di pedoni e ciclisti nei pressi della parte anteriore del veicolo o sul lato marciapiede. Questi veicoli devono possedere anche un adesivo che indica il pericolo. Inoltre, potranno circolare fino all’installazione del dispositivo e non oltre il 31 dicembre.

Sempre in merito all’Area B, invece, i veicoli alimentati a benzina Euro 0, 1, 2 e gasolio Euro 0, 1, 2, 3, 4, 5, avranno ancora il permesso a utilizzare il sistema Move-In per effettuare l’accesso all’Area B. In questo caso, il veicolo potrà circolare liberamente a qualsiasi ora, fino a un massimo di chilometri stabiliti all’anno.

Le regole per l’Area C

Per quanto riguarda l’Area C, invece, nuovi limiti saranno in vigore dal 1 ottobre. Si tratta di limiti che riguardano il divieto di circolazione per gli autoveicoli che trasportano cose. Ma anche per i bus con alimentazione Euro 5 diesel senza Fap e con Fap, Euro 2/II benzina, Euro 0-4/IV diesel con FAP e Euro 5 diesel.
Ora, insomma, si attende di capire se per l’Area C, si dovrà pagare il biglietto anche durante il fine settimana, in caso di non residenti.

Riassumendo

  • Dal 1 ottobre ripartono l’Area B e C a Milano
  • Tra le possibili novità il pagamento del ticket anche durante il fine settimana ma solo dal prossimo anno
  • A partire dal 1 ottobre i veicoli M3 ed N3 potranno circolare solo se dotati dei dispositivi di rilevamento dell’angolo cieco
  • Da fine ottobre, infatti, è previsto l’aumento del ticket di ingresso.
Argomenti: , ,