Assunzioni stranieri, semplificata la procedura grazie al decreto flussi

Arriva il decreto flussi che permetterà di agevolare la procedura di assunzioni stranieri. Le istruzioni per l'accesso al portale ALI.

di , pubblicato il
Migliore città per lavoro Reggio Emilia

Il Ministero dell’Interno ha rilasciato una circolare nella quale si comunica che è stata semplificata la procedura per le assunzioni degli stranieri. Vediamo quali sono le istruzioni per accedere al portale ALI e inviare le domande.

Assunzioni stranieri, ecco il decreto flussi

Il nostro paese sta combattendo la precarietà del lavoro in tanti modi, dai nuovi concorsi alle strategie per semplificare le domande di assunzione e offrire condizioni di lavoro più adeguate. Tra queste spicca il nuovo decreto flussi, rilasciato con la circolare 1212 del 24 febbraio 2023. Tale manovra è atta a semplificare il flusso di domande relative agli stranieri presenti nel nostro paese. Nello specifico, ciascun richiedente potrà presentare una o più domande attraverso il portale ALI. L’accesso deve essere effettuato tramite SPID e offre la possibilità di selezionare il modello in base alla tipologia di lavoro, come ad esempio quelli stagionali, subordinati eccetera.

Il nuovo decreto flussi rende non più necessaria la richiesta di profilazione alla Prefettura, inoltre elimina il limite massimo di domande.

Ma quali sono gli operatori che saranno profilati in automatico?

  • associazioni od organizzazioni professionali riconosciute dal Ministero del Lavoro e Politiche Sociali grazie al protocollo d’intesa;
  • associazioni aventi diritto delle quote riservate per il lavoro subordinato stagionale nel settore agricolo;
  • enti che hanno diritto a finanziamento da parte del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Per il riconoscimento automatico sarà necessario che le Direzioni Nazionali dei Patronati e delle Associazioni o Organizzazioni Professionali inviino l’elenco degli operatori da abilitare. A tal proposito si dovrà inviare il codice fiscale di tali operatori ai seguenti indirizzi mail:

Tutti i moduli da poter utilizzare

Nel decreto flussi, il Ministero ha anche predisposto una serie di moduli da compilare, atti a regolamentare le assunzioni stranieri. Vediamo nel dettaglio di quali si tratta:

  • B2020 – Comunicazione (nulla osta) al lavoro subordinato per i seguenti settori: autotrasporto, edilizia, turistico/alberghiero, meccanica, telecomunicazioni, alimentare, cantieristica navale;
  • LS – Richiesta nulla osta per stranieri assunti a lavoro subordinato;
  • LS1 – Richiesta nulla osta per stranieri con permesso di soggiorno relativa a lavoro domestico;
  • LS2 – Domanda di verifica relativa a quota di lavoro autonomo per stranieri con permesso di soggiorno UE;
  • VA – Domanda di verifica relativa a conversione di permesso di soggiorno per studio o tirocinio, in permesso per lavoro subordinato;
  • VB – domanda per conversione dei permesso di soggiorno per lavoro lavoro stagionale in permesso per lavoro subordinato;
  • Z – Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro autonomo e di certificazione attestante il possesso dei requisiti per suddetto lavoro;
  • C-Stag – Richiesta di nulla osta/comunicazione al lavoro subordinato stagionale;
  • B – Richiesta di nulla osta al lavoro subordinato per i lavoratori di origine italiana;
  • BPS – Richiesta di nulla osta al lavoro subordinato per cittadini stranieri che hanno completato programmi di istruzione e formazione nei paesi di origine nell’ambito di progetti finanziati dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Questi tutti i moduli disponibili per le assunzioni degli stranieri. Gli operatori potranno selezionarli all’interno del portale e riconoscerli dalle sigle che abbiamo riportato a inizio di ogni voce dell’elenco.

Argomenti: