Tassazione TFR 2015: ordinaria o separata

Tutto sulla tassazione TFR 2015 in vista della novità prevista dalla Legge di Stabilità sull'anticipo in busta paga

di , pubblicato il
Tutto sulla tassazione TFR 2015 in vista della novità prevista dalla Legge di Stabilità sull'anticipo in busta paga

Breve guida alla tassazione del TFR 2015, alla luce delle ultime novità sull’anticipo in busta paga previsto dalla Legge di Stabilità, la Legge n. 190/2014.

Trattamento fine rapporto (TFR): di cosa si tratta

Anche detto liquidazione o buonuscita, il trattamento di fine rapporto garantisce al lavoratore un importo commisurato alla sua retribuzione e corrisposto al momento di cessazione del rapporto di lavoro.

Calcolo TFR

La retribuzione di riferimento per il  è costituita da tutti gli elementi retributivi del rapporto di lavoro minimo contrattuale come:

  • scatti di anzianità,
  • maggiorazione turni,
  • straordinario fisso ripetitivo,
  • premi presenza,
  • valori convenzionali mensa,
  • indennità per disagiata sede,
  • provvigioni,
  • premi e partecipazioni,
  • altre somme riconosciute e corrisposte a titolo non occasionale.

  Il Trattamento di fine rapporto viene determinato da un importo pari e comunque non superiore alla retribuzione lorda dovuta per ogni anno di lavoro, divisa per 13,5. In caso di prestazione di durata inferiore all’anno, l’ importo deve essere riproporzionato, considerando come mese intero ogni frazione superiore a 15 giorni. Il TFR inoltre viene rivalutato al 31 dicembre di ogni anno, con l’applicazione di una percentuale dell’1,5 % in misura fissa, e con il 75 % dell’aumento dell’indice dei prezzi, quale indicato dall’ISTAT.   APPROFONDISCI – Tassazione Tfr: calcolo aliquota e imponibile  

Tassazione TFR 2015 separata

Il trattamento di fine rapporto è soggetto a tassazione separata, essendo reddito formatosi in un periodo pluriennale, e pertanto non si cumula ai redditi dell’anno in cui è concretamente riscosso.  

Tassazione TFR ordinaria

Per chi sceglie dal 1 marzo 2015 l’anticipo del TFR in busta paga, c’è da ricordare che la tassazione in tal caso segue l’ordinaria tassazione Irpef, quindi con un prelievo più pesante rispetto al TFR ordinario. Inoltre il maggior stipendio potrebbe incidere sulle agevolazioni legate all’Isee, le detrazioni. APPROFONDISCI – TFR busta paga: Qu.I.R., tassazione, liquidazione. La mini guida  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.