Sicurezza sul lavoro: norme, caratteristiche e tipologie di imbracatura di sicurezza

La sicurezza sul lavoro è fondamentale per chi opera ad alta quota. L'imbracatura di sicurezza di Rc Components evita conseguenze fatali.

di , pubblicato il
Imbracatura di sicurezza sul lavoro

Nell’ambito lavorativo, spesso può succedere di dover operare ad alta quota, ciò accade durante la costruzione di palazzi o anche per interventi di manutenzione. Tutti i soggetti che devono intervenire a elevate altezze o in situazioni potenzialmente a rischio sono obbligati a indossare dei dispositivi di protezione individuale (DPI) costituiti da imbracature di sicurezza che supportano il corpo in caso di perdita di equilibrio o sbilanciamento. Esistono differenti tipi di tali strutture, da scegliere a seconda dell’ambito dove si opera e delle loro caratteristiche, per questo è bene conoscerle così da selezionare quella che faccia maggiormente al caso proprio.

Caratteristiche delle imbracature di sicurezza

Quando ci si occupa di edilizia o altro tipo di impiego che si svolge ad altezze consistenti occorre rispettare il Dlgs 81/08, dedicato ai lavori in quota. In questo vengono fornite delle norme che prevengono gli incidenti, esse devono essere messe in pratica sull’intero cantiere, sulla squadra di operai ma anche sul singolo lavoratore

Nello specifico, quest’ultimo deve indossare un’imbracatura di sicurezza , come quelle proposte da Rs Components, così da evitare conseguenze gravi per la salute, che possono presentarsi in seguito a caduta o sospensione a mezz’aria. Tale DPI è costituito da differenti cinghie in grado di stringersi attorno a gambe, vita e, occasionalmente, alle spalle del soggetto ed è importante vestirle in modo ottimale. Esse devono essere strette, per evitare che si verifichi un disallineamento del corpo quando si cade ma, allo stesso tempo, devono anche essere confortevoli mentre si opera su tetti, impalcature, balconi, ecc.

L’imbracatura da sola non serve a molto essa non è inserita in un sistema costituito da:

  • Punto di ancoraggio che garantisce l’opportuna resistenza alla caduta.
  • Collegamento tra le due parti creato da uno spesso cordone ammortizzante fornito, a volte, di assorbitore di energia che evita al corpo di subire lesioni.

Un altro aspetto da tenere in considerazione è l’ottima qualità del dispositivo e la sua manutenzione: una cinghia parzialmente rotta o usurata potrebbe lacerarsi durante l’uso e, quindi, non riuscire a trattenere il lavoratore. Per questo motivo è sempre bene dotarsi di imbracature di sicurezza nuove, di qualità e certificate. Per acquistare ci si può rivolgere anche ai negozi online specializzati in questo campo che hanno una vastissima scelta e offrono la possibilità di fare l’ordine quando e dove si vuole, vendendosi recapitare il prodotto direttamente a casa propria.

Tutti i tipi di protezione anticaduta

Esistono principalmente due tipi di imbragatura anticaduta, quella definita bassa, costituita da una cintura e da strutture cosciali regolabili, e quella completa che, invece, avvolge anche la parte di sopra del corpo. Il fine dell’utilizzo di questo tipo di protezione può essere differente, in quanto essa riesce a:

  • Trattenere, impedendo al soggetto di raggiungere zone pericolose, in questo caso è indispensabile un cordino di una lunghezza fissa, stabilita da uno specialista nel campo.
  • Posizionare il lavoratore a una determinata altezza, anche in sospensione, per permettergli di operare con le mani liberi.
  • Arrestare la caduta o diminuire diminuendo la forza di impatto così anche il rischio di incorrere in lesioni gravi diventa inferiore.

Uno speciale dispositivo anticaduta, che si associa all’imbracatura, è una corda retrattile che riduce l’altezza di caduta ed evita che il lavoratore possa incorrere in collisioni con delle strutture quando cade in verticale. Per ogni DPI usato deve essere previsto anche un piano di salvataggio che consente di recuperare l’operatore, soprattutto se al di sotto ci sono dei liquidi.

La vestizione dell’imbracatura stessa deve essere un aspetto che il lavoratore deve tenere sotto controllo facendo corsi e informandosi a riguardo. Per il posizionamento della fettuccia d’ancoraggio, invece, occorrono figure specifiche che devono tenere conto di spigoli vivi o pericoli che potrebbero presentarsi durante la caduta.

Argomenti: ,