Scadenze fiscali giugno 2019: ecco le tasse da pagare del mese

Non solo IMU e Tasi: ecco il calendario con le scadenze fiscali del mese di giugno 2019. Quali tributi scadono e le date da segnare.

di , pubblicato il
Non solo IMU e Tasi: ecco il calendario con le scadenze fiscali del mese di giugno 2019. Quali tributi scadono e le date da segnare.

Come ogni anno, il mese di giugno è cruciale per il pagamento delle tasse. Tra le scadenze fiscali di giugno 2019 infatti ci sono alcune voci particolarmente pesanti per i contribuenti. Sono tre in particolare le date del mese da segnare sul calendario fiscale a giugno prossimo: vediamole insieme con i relativi tributi in scadenza.

Scadenze Fiscali Giugno 2019: tutte le tasse da pagare

Come abbiamo anticipato sopra sono tre le date principali che i contribuenti farebbero bene ad appuntare per non rischiare di dimenticare qualche pagamento nel mese di giugno 2019.

Scadenze 17 giugno 2019:

– Registrazione dei corrispettivi per le associazioni sportive dilettantistiche, per le associazioni senza scopo di lucro e pro loco che hanno optato per il regime agevolato;

– Registrazione dei corrispettivi per chi esercita commercio al minuto e per chi opera nella grande distribuzione potendo adottare l’invio telematico;

– Registrazione delle fatture differite ricevute o emesse negli ultimi due mesi solari.

Ma soprattutto sono i proprietari di seconde case a dover segnare la data del 17 giugno 2019: scadono infatti IMU e Tasi. Va ricordato per quanto riguarda le tasse sulla casa che il calcolo va fatto sulla base delle aliquote e delle detrazioni dei 12 mesi dell’anno precedente, che si possono consultare nelle delibere comunali pubblicate sul sito Internet del MEF.

Anche il pagamento della Tasi scade il 17 giugno, fatta eccezione sempre per le abitazioni principali non “di lusso” e quindi non accatastate nelle categorie A/1, A/8 e A/9.

Scadenze 20 giugno 2019:

– Versamento dei contributi per le aziende del settore che impieganoi C.C.N.L. Logistica Trasporto Merci e Spedizioni, dovuti al fondo di previdenza per gli impiegati relativi al mese precedente;

Scadenze 25 giugno 2019:

– ENPAIA – Denuncia delle retribuzioni corrisposte nel mese precedente e versamento dei contributi da parte dei datori di lavoro agricoli;

– Presentazione degli elenchi riepilogativi Intrastat per gli operatori intracomunitari che hanno l’obbligo a cadenza mensile.

Ricordiamo, comunque, che le singole scadenze potrebbero subire proroghe, anticipazioni o modifiche di varia natura; a tal proposito vi consigliamo di consultare il calendario ufficiale che trovate sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,