Ricarica Reddito di Cittadinanza dicembre 2021: i soldi arriveranno prima di Natale?

Il pagamento del Reddito di Cittadinanza di dicembre potrebbe arrivare in anticipo, ovvero proprio a ridosso delle festività natalizie.

di , pubblicato il
Chi incasserà il reddito di cittadinanza prima: nuove date a gennaio 2022

Questo dicembre, la ricarica della carta del reddito di cittadinanza potrebbe essere effettuata in anticipo, ovvero a ridosso delle festività natalizie.

Le date di ricarica della carta, come ormai sappiamo, sono diverse, in base a quando è stata presentata e accolta la richiesta del sussidio. Ma lo scorso anno, l’Inps ha deciso di anticipare tale accredito, in modo da permettere maggiori possibilità di spesa prima di queste festività.

Dunque, ecco tutte le possibili date di accredito del reddito di cittadinanza per il mese di dicembre.

Reddito di cittadinanza, la data di ricarica di dicembre

Come ormai di consueto, le date di ricarica della carta del reddito di cittadinanza sono diverse in base a quando è stata presentata e accolta la richiesta di accesso al sussidio. Sostanzialmente, esse sono due:

  • i nuovi fruitori del sussidio, oppure coloro che hanno chiesto il rinnovo, allo scadere delle prime 18 mensilità, già a partire dal 15 di ogni mese, possono recarsi agli uffici di Poste Italiane per ritirare la carta di reddito di cittadinanza già accreditata della relativa mensilità;
  • per i vecchi possessori di carta di reddito di cittadinanza, invece, l’accredito sarà effettuato, come avviene ormai di consueto, a partire da giorno 27 e comunque non oltre il 30 del mese.

Ad ogni modo, così come è accaduto nel 2020, il pagamento del reddito di cittadinanza di dicembre potrebbe arrivare prima di Natale, per tutti i percettori.

Nel 2020, infatti, l’INPS accreditò il sussidio in anticipo, ovvero proprio a ridosso delle festività natalizie. Dunque, anche quest’anno tale accredito potrebbe già arrivare tra lunedì 20 e venerdì 24 dicembre (e non il 27 del mese).

Ad ogni modo, è bene specificarlo, ad oggi non è ancora stata divulgata alcuna comunicazione ufficiale da parte dell’INPS in merito questa possibilità.

 

Articoli correlati

Argomenti: ,