Rateizzazione Equitalia, ecco chi può chiedere il piano di 120 rate

Tutto sulle condizioni per fare richiesta di rateazione Equitalia straordinaria, ossia la dilazione dei debiti con il Fisco in 120 rate

di , pubblicato il
Tutto sulle condizioni per fare richiesta di rateazione Equitalia straordinaria, ossia la dilazione dei debiti con il Fisco in 120 rate

Rateizzazione con Equitalia più lunga, anche fino a 120 rate grazie al decreto del Ministero dell’economia e delle finanze pubblicato sulla GU e in vigore dall’8 novembre 2013. Ma a quali condizioni si può chiedere un piano di rateazione Equitalia lungo? Vediamo le caratteristiche.

Rateizzazione Equitalia: le novità nel decreto MEF 6.11.2013

 Tenere in conto la grave crisi economica degli ultimi tempi che ha strangolato famiglie e imprese e rendere quindi più agevole adempiere ai propri debiti con il Fisco.

E’ questo in sostanza il motivo che ha indotto il legislatore a cambiare la disciplina sulla riscossione e sulle rate Equitalia in particolare, con il decreto del MEF del 6 novembre 2013, intitolato “Rateizzazione straordinaria delle somme iscritte a ruolo, come previsto dall’articolo 52, comma 3, del decreto-legge n.69 del 2013, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 98 del 2013” e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 262 del 8 novembre 2013.) Per il testo completo del decreto si rinvia al nostro articolo

Rateizzazione Equitalia: i 4 nuovi piani

 Sono quattro in totale i piani di rateazione Equitalia che oggi può chiedere un debitore, persone fisica o società: un piano di rateazione ordinario (di massimo 72 rate), un piano di rateazione in proroga, piano di rateazione straordinario  e uno in proroga  straordinario.

Rateizzazione Equitalia straordinario: chi può chiedere le 120 rate

[fumettoforumright]

 Soffermandoci sul piano di rateazione Equitalia straordinariao, fino al massimo di 120 rate, questo può essere richiesto a particolari condizioni. Il decreto del MEF parla infatti di “comprovata e grave situazione di difficoltà legata alla congiuntura economica, per ragioni estranee alla propria responsabilità, ai sensi del combinato disposto dei commi 1-bis) e 1-quinquies), dell’art. 19 del D.P.R. n. 602/1973”. In sostanza una situazione di crisi di liquidità dovuta alla crisi economica.

Rateazione Equitalia 120 rate: chi può chiederla

Il decreto del MEF del 6 novembre scorso, in vigore dall’8 novembre, prevede che per la richiesta dei piani straordinari di rateizzazione Equitalia, fermo l’accertamento della temporanea situazione di obiettiva difficoltà, indipendente dalla responsabilità del debitore e legata alla congiuntura economica, deve essere attestata dallo stesso debitore con istanza motivata, da produrre all’agente della Riscossione.

A sua volta spetta allo stesso agente della riscossione concede i piani straordinari nel caso in cui ricorrano congiuntamente la condizione di accertata impossibilità per il debitore di eseguire il pagamento del credito tributario secondo un piano ordinario e quella di solvibilità dello stesso debitore, valutata in relazione al piano di rateazione concedibile.

 Quando il debitore è insolvente

 Condizione di insolvibilità del debitore che sussistono quando l’importo della rata:

a) per le persone fisiche e le ditte individuali con regimi fiscali semplificati, è superiore al 20% del reddito mensile del nucleo familiare del richiedente, avuto riguardo all’Indicatore della Situazione Reddituale (ISR), rilevabile dalla certificazione dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) dello stesso nucleo, da produrre in allegato all’istanza di rateazione Equitalia;

b) per le società ed enti commerciali, l’importo della rata è  superiore al 10% del valore della produzione, rapportato su base mensile e l’indice di liquidità [( Liquidità differita + Liquidità corrente) / Passivo corrente ] è compreso tra 0,50 ed 1.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: