Proroga congedo parentale e nuovi bonus figli: le novità annunciate per aprile

Le scuole restano chiuse ma si proroga il congedo e arrivano nuovi aiuti per i genitori: novità sui bonus

di , pubblicato il
Le scuole restano chiuse ma si proroga il congedo e arrivano nuovi aiuti per i genitori: novità sui bonus

Si prospetta verosimilmente il prolungamento della chiusura delle scuole. Nel frattempo, parallelamente, il governo lavora sulla proroga del congedo parentale e su un incremento dei bonus per chi ha figli. Ecco tutte le novità al vaglio per il mese di aprile.

Chiusura scuole e congedo parentale: novità per aprile

Appare ormai certa, sebbene non ufficiale, la proroga della chiusura delle scuole. Più che SE riapriranno resta da capire fino a quando resteranno chiuse e se l’anno scolastico è da considerarsi terminato così (proposto il 6 politico). Parallelamente bisognerà predisporre misure adeguate per i genitori che restano a casa (o per quelli che continuano a lavorare e necessitano di baby sitter).

Si sta valutando anche di velocizzare la procedura per la domanda: il Consiglio nazionale dell’ordine dei Consulenti del lavoro ha testimoniato ieri forti rallentamenti al funzionamento del sito Inps, per via dei troppi accessi. Per questo ridurre al minimo i passaggi richiesti per le domande dei bonus appare utile: è stato osservato per la cassa integrazione ma lo stesso vale anche per congedi e bonus famiglia.

Intanto il ministro della Famiglia, Elena Bonetti, ha proposto “l’estensione dell’assegno per i nuovi nati nel 2020 a tutti i figli minori di 14 anni. Un assegno straordinario di 160 euro al mese per ogni figlio per i nuclei con meno di 7mila euro di Isee; 120 euro al mese con Isee dai 7 ai 40 mila euro; 80 euro con Isee superiore”. Nel decreto di aprile si attendono anche potenziamenti dei fondi di garanzia per i prestiti a imprese e partite Iva oltre ad un ulteriore rinvio delle scadenze fiscali, che potrebbe questa volta riguardare anche Imu e Tari.

Infine sono allo studio misure di sostegno al reddito anche per i lavoratori domestici (colf, badanti) e per chi lavorava in nero.

Argomenti: , ,