Pensione e ottava salvaguardia esodati, le ultime novità inserite nella nota DEF 2017

Pensione, la nota DEF 2017, contiene importanti novità sul sistema pensionistico, tra cui l'ottava salvaguardia e la "fase due" tutti gli aggiornamento.

di , pubblicato il
pensione

Pensione: arriva il parere favorevole alla Nota di Aggiornamento del DEF la Commissione, tra le tante novità, c’è anche l’accertamento dei risparmi maturati sull’ottava salvaguardia.

Le misure sulle pensioni

Con riferimento agli interventi in materia previdenziale, la Commissione evidenzia la necessità di:

Meccanismo oscillazione andamento della speranza di vita

Nel Def viene precisato che saranno adottate iniziative volte a rinviare al 30 giugno 2018 il termine per l’emanazione del decreto direttoriale di cui all’articolo 12, comma 12-bis, del decreto-legge n.

78 del 2010, convertito, con modificazioni dalla legge n. 122 del 2010, al fine di valutare eventuali interventi che ricalibrino il meccanismo al fine di tenere conto delle oscillazioni che si riscontrano nell’andamento della speranza di vita, testimoniate dalla riduzione registrata nell’anno 2015, e delle difformità esistenti nelle speranze di vita delle diverse categorie di lavoratrici e di lavoratori.

Pensione: la Legge Fornero non si tocca, nessun cambiamento, le ultime novità

Monitoraggio delle domande di accesso ai benefici – lavoratori precoci

Promuovere azioni atte a svolgere un attento monitoraggio delle domande di accesso ai benefici previsti dalla legge di bilancio 2017 in materia di anticipo del pensionamento e di riduzione dei requisiti contributivi per il pensionamento anticipato dei cosiddetti lavoratori precoci al fine di valutare l’introduzione di eventuali correttivi alla normativa vigente, anche allo scopo di consentire a tutti i richiedenti in possesso dei requisiti previsti di accedere ai medesimi benefici.

Lavoratori precoci, quando è possibile andare in pensione e con quali requisiti | La Redazione risponde

Pensione: “fase due”

Considerare gli  indirizzi per la cosiddetta “fase due”, contenuti nel verbale siglato il 28 settembre 2016 da Governo e sindacati e ulteriormente precisati nell’ambito del confronto svolto negli ultimi mesi, prestando particolare attenzione a interventi specifici volti a valorizzare e a riconoscere a fini previdenziali i lavori di cura, anche alla luce degli esiti dell’indagine conoscitiva svolta dalla XI Commissione  sull’impatto in termini di genere della normativa previdenziale e sulle disparità esistenti in materia di trattamenti pensionistici tra uomini e donne.

Leggi anche: Pensioni: Ape sociale e lavoratori precoci, inizia la seconda fase, troppe criticità ancora da risolvere

Interventi per ottava salvaguardia – esodati

Interventi atti a considerare la presenza di una significativa differenza tra il numero stimato dei beneficiari della cosiddetta “ottava salvaguardia” e quello delle domande accolte o giacenti, si evidenzi l’esigenza di verificare la sussistenza e la consistenza di economie, anche in via prospettica, rispetto ai limiti di spesa previsti dai provvedimenti di salvaguardia, al fine di definire i contenuti di possibili interventi legislativi in materia sociale o previdenziale finanziati a valere sulle risorse destinate a confluire nel Fondo sociale per occupazione e formazione ai sensi dell’articolo 1, comma 211, della legge di bilancio 2017.

Leggi anche: Ape Social e Ottava Salvaguardia, domanda rifiutata? Ecco quale via è più difficile

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.