Pensione di vecchiaia anticipata per invalidi: non a tutti è concessa

Non a tutti gli invalidi spetta la pensione di vecchiaia anticipata: vediamo cosa fare.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Non a tutti gli invalidi spetta la pensione di vecchiaia anticipata: vediamo cosa fare.

Buongiorno,

Se ho l’invalidità all’80% e mi aspettano di diritto dal giugno 2009 i due mesi figurativi, le settimane lavorative aumentano per la pensione?

Se sono nel settore privato ed ho gia’ i 21 anni di lavoro l’invalidita’ all’80% e 16 mesi di sconto da aggiungere (dal  giugno 2009 al giugno 2018 ?) e i 58 anni posso accedere alla pensione anticipata?

Quando mi viene erogato l’assegno, visto che c’e’ una finestra di un anno dai 55,7 mesi dovrei avere gia’ tutto ?

Grazie.

 

La maggiorazione contributiva che spetta agli invalidi con percentuale superiore al 74% pari a 2 mesi di contributi figurativi per ogni anno lavorato con invalidità, non sono utili al calcolo della pensione ma soltanto per il diritto alla pensione e per l’anzianità contributiva, fino a un massimo di 5 anni di contribuzione. Questo significa che tali contributi non vengono conteggiati per l’importo dell’assegno pensionistico ma possono essere utilizzati solo per il raggiungimento dei contributi necessari alla pensione.

Pensione di vecchiaia anticipata per invalidi

Tale tipo di pensionamento non è un diritto che si acquisisce con l’invalidità civile superiore all’80% ma ci si deve sottoporre ad un nuovo esame da parte di una Commissione Medica Inps che valuterà l’invalidità pensionabile. Questo significa che non a tutti gli invalidi con percentuale superiore all’80% viene concessa la pensione di vecchiaia anticipata, la concessione è a discrezione della commissione Inps anche se si è in possesso dei requisiti richiesti di:

  • invalidità pari o superiore all’80%
  • almeno 20 anni di contributi versati
  • 55 anni e 7 mesi di età per le donne e 60 anni e 7 mesi di età per gli uomini.

Deve, quindi, presentare domanda e sottoporsi a visita da parte della commissione medica prima di poter stabilire se la suddetta pensione le spetta oppure no.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti”

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lettere, Quesiti pensione invalidi, Welfare e previdenza, Pensione Invalidi