Pensione e assegno di accompagnamento, l’importo del 2017 | La Redazione risponde

Pensione e assegno di accompagnamento, qual è l'importo esatto erogato nel 2017? | La Redazione risponde

di , pubblicato il
Pensione APE Sociale requisiti

Pensione e assegno di accompagnamento qual è l’importo esatto nel 2017?

Nel Vs articolo del 17/02/17, avete pubblicato, il nuovo importo dell’assegno di accompagnamento, di € 533,22, nelle tabelle INPS, rinnovo 2017 pagg 29-30, l’importo è di € 515,43. Vedi allegato.
Qual’è il più corretto? come fare per eventuale rimborso?
Grazie, Cordiali Saluti

L’assegno di accompagnamento per pensionati in presenza di invalidità totale, che si trovano in una situazione di inabilità, come riportato nell’articolo menzionato, l’Inps eroga nel 2017 la somma di euro 533,22 mensili.

Pensione e assegno di accompagnamento: cambia l’importo nel 2017, ultime novità

Come è noto l’articolo 5 della legge 222/1984 prevede che ai pensionati di inabilità che si trovano nell’impossibilità di deambulare o si trovano nella situazione di non essere in grado di compiere gli atti quotidiani della vita, hanno bisogno di assistenza continuativa. In questi casi spetta un assegno mensile non reversibile, il valore dell’assegno è pari all’importo dell’assegno mensile di assistenza personale erogato agli invalidi del lavoro dall’Inail.
L’Inps ha comunicato i nuovi importi con la circolare n. 8 del 17 gennaio 2017, allegato 3 – Rinnovo Tabelle 2017. Alla pagina 13 dell’allegato trova la seguente tabella:

Tabella assegni

E’ possibile scaricare qui l’allegato 3

L’allegato è lo stesso che lei ha riportato, la tabella a pagina 13 che riconosce ai pensionati con inabilità totale un assegno mensile per l’assistenza personale e continuativa di euro 533,22 mensili.
Sempre nello stesso allegato a pagina 29 e 30 come da lei evidenziato, agli invalidi civili totali con pensione e indennità di accompagnamento, INPS per il 2017 riconosce un assegno di euro 515,43.

Pensionati invalidi con inabilità totale

Il nostro ordinamento, tutela i pensionati inabili, che hanno bisogno di una continua assistenza.

L’ Art. 1 della l. n. 18/1980, stabilisce che i requisiti essenziali per l’accompagnamento sono:

  • la presenza di una situazione di invalidità totale, rilevante per la pensione di inabilità;
  • e l’impossibilità di deambulare con l’aiuto permanente di un accompagnatore o, comunque, di compiere gli atti essenziali della vita quotidiana.

I pensionati che si trovano in questa situazione possono far richiesta ed ottenere l’assegno di accompagnamento.

Pensione e assegno di accompagnamento: come presentare la domanda

La domanda può essere inoltrata esclusivamente in via telematica attraverso uno dei seguenti canali:

  • Web: avvalendosi dei servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell’Istituto;
  • telefono: contattando il contact center integrato, al numero 803164 gratuito da rete fissa o al numero 06164164 da rete mobile a pagamento secondo la tariffa del proprio gestore telefonico;
  • patronati e tutti gli intermediari dell’Istituto: usufruendo dei servizi telematici offerti dagli stessi.

Alla domanda va allegata la certificazione medica (mod. SS3).

Consigliamo comunque di rivolgersi ad un Patronato, per fare la verifica della sua situazione e in caso che lei abbia tutti i requisiti può fare richiesta di verifica o inoltrare una nuova domanda.

Argomenti: , ,